Power unit 2020: ecco i nuovi limiti delle componenti

Vi anticipiamo come si ridurranno i componenti della power unit nel 2020 se si disputeranno meno di 14 GP in tutta la stagione: 2 motori termici (ICE), 2 unità MGU-H, 2 turbocompressori (TC), 1 pacco batterie (ES), 2 componenti CE e 2 gruppi MGU-K.

Power unit 2020: ecco i nuovi limiti delle componenti

Tra le decisioni prese oggi dal Consiglio Mondiale FIA, una delle più dettagliate riguarda i nuovi limiti imposti all’utilizzo delle power unit.

In attesa di conoscere quale calendario sarà possibile varare per il Mondiale 2020, la FIA ha ufficializzato i nuovi limiti in materia di PU, che ridefiniscono il loro utilizzo nei weekend di gara e l’attività delle aziende che progettano e realizzano i motori

Se il numero di gare componenti il calendario scendesse a 14 fino a 11 GP, ogni pilota non potrà utilizzare più di 2 motori termici (ICE), 2 unità MGU-H, 2 turbocompressori (TC), 1 pacco batterie (ES), 2 componenti CE e 2 gruppi MGU-K.

Se il numero di GP nel Campionato scenderà a 11 o meno, ogni pilota può utilizzare non più di 2 motori termici (ICE), 2 unità MGU-H, 2 turbocompressori (TC), 1 pacco batterie (ES), 1 componente CE e 2 unità MGU-K.

Tutti i costruttori di power unit devono inoltre rispettare un periodo di shutdown di ventuno giorni consecutivi tra marzo e/o aprile.

Unica eccezione prevista sono le fabbriche con sede in paesi in cui la legge e/o i sindacati impongono periodi di chiusura differenti. In questo caso, le aziende possono sostituire alcuni giorni al di fuori del periodo di chiusura con i periodi imposti localmente.

condividi
commenti
F1: il Consiglio Mondiale vara regole più flessibili per il 2020
Articolo precedente

F1: il Consiglio Mondiale vara regole più flessibili per il 2020

Articolo successivo

Mercedes concorde nel portare avanti il bando del DAS dal 2021

Mercedes concorde nel portare avanti il bando del DAS dal 2021
Carica i commenti