Leclerc: "La Ferrari sta lavorando nella giusta direzione"

Il monegasco a Sochi smarcherà il quarto motore della stagione e andrà in penalità per cui scatterà in fodno alla griglia, ma Charles è curioso di vedere cosa sarà in grado di fare con la nuova power unit che potrà contare sugli aggiornamenti nel sistema ibrido: "La strada per raggiungere il nostro obbiettivo è ancora molto, molto lunga, ma vogliamo tornare a lottare per il titolo Mondiale. E dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione”.

Leclerc: "La Ferrari sta lavorando nella giusta direzione"

Parlando con Charles Leclerc, emerge che la curiosità di valutare in pista la power unit aggiornata, che avrà a disposizione in questo fine settimana, è maggiore della preoccupazione legata al dover prendere il via del Gran Premio di Russia dall’ultima fila della griglia di partenza.

Leclerc non si aspetta grandi cambiamenti, ma un miglioramento che confermi la direzione di lavoro corretta, un riscontro utile soprattutto in vista del 2022.

Nell’immediato l’obiettivo è lasciare Sochi con un buon bottino di punti, cercando di tenere a tiro la McLaren, che grazie alla doppietta ottenuta a Monza ha spiccato il volo nella classifica Costruttori.

Quanto sarà difficile rimontare dal fondo della griglia su una pista come Sochi?
“Al momento le previsioni meteo dicono pioggia, e se si riveleranno corrette potremmo assistere ad una gara imprevedibile, che dal mio punto di vista spero possa giocare a favore di una rimonta. In caso di gara asciutta dipenderà dal ritmo, perché i punti per sorpassare ci sono”.

Farai la danza della pioggia?
“Non sono molto bravo a… ballare, ma è probabile che la pioggia possa darci una mano. Sabato sera magari proverà a danzare”.

Cosa ti aspetti dalla power unit che utilizzerai questo fine settimana?
“Sulla carta ha confermato dei progressi, e ogni volta che abbiamo qualcosa in grado di garantirci un passo avanti cerchiamo di portarla in pista. Non mi aspetto grandi cambiamenti, ma spero di riscontrare un miglioramento nella giusta direzione”.

Nel weekend di Monza hai superato il punteggio che avevi ottenuto al termine del Mondiale 2020. È la fotografia esatta di quanto sia migliorata la monoposto rispetto allo scorso anno?
“Si, penso sia una valutazione corretta. Ho avuto sensazioni diverse sin dalla prima gara, mi sono subito sentito più a mio agio con questa vettura e le prestazioni complessive sono state semplicemente migliori".

"Questo riscontro conferma che stiamo lavorando nella giusta direzione, ma la strada per raggiungere il nostro obbiettivo è ancora molto, molto lunga, vogliamo tornare a lottare per il titolo Mondiale. È stato un buon passo avanti rispetto allo scorso anno, e dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione”

Monza non è stata una buona gara per la Ferrari, soprattutto nell’ottica del confronto con la McLaren per il terzo posto nella classifica Costruttori. Quanto sei fiducioso sulle possibilità di riuscire a colmare il divario sia qui a Sochi che nelle prossime gare?
“La McLaren sta disputando un'ottima stagione… purtroppo! Ma sotto molti aspetti è un bene che ci sia questo confronto serrato, perché ci ha confermato molto uniti per tutta la stagione. A Monza la McLaren è stata competitiva, ora starà a noi riuscire a recuperare il divario. Il nostro compito è cercare di massimizzare ogni fine settimana, e speriamo di poterli superare alla fine del campionato”.

Credi che abbiano un rendimento più consistente rispetto a voi?
“No, non credo. Nel complesso sono stati più veloci di noi, e speriamo che questo piccolo aggiornamento ci aiuti ad avvicinarci”.

C'è un circuito, tra quelli in cui si farà tappa da qui alla fine della stagione, in cui pensi che la Ferrari sarà più competitiva?
“Il circuito di Citta del Messico potrebbe sposarsi bene con la nostra monoposto, ma aspettiamo e vediamo. Nel corso della stagione abbiamo anche avuto delle belle sorprese, quindi speriamo che ce ne siano altre in arrivo”.

Quando in pista ti trovi ruota contro ruota contro Max e Lewis, valuti la possibilità che in un duello ai ferri corti hanno entrambi più da perdere rispetto a te?
“Probabilmente in una parte della mia testa, lo faccio. Sono cosciente che se ci dobbiamo prendere un rischio hanno molto di più da perdere rispetto a me considerando che sono in lotta per il Mondiale. Ma onestamente non riesco ad essere in lotta con loro molto spesso quest’anno, quindi non mi sono posto molte volte questa domanda”.

condividi
commenti
F1 fissa a Imola, Bonaccini: "A breve risposte, spero positive"

Articolo precedente

F1 fissa a Imola, Bonaccini: "A breve risposte, spero positive"

Articolo successivo

Red Bull RB16B: ala posteriore da massimo carico a Sochi

Red Bull RB16B: ala posteriore da massimo carico a Sochi
Carica i commenti