Ecclestone vuole proporre il ritorno ai motori aspirati

condividi
commenti
Ecclestone vuole proporre il ritorno ai motori aspirati
Di: Matteo Nugnes
18 dic 2014, 12:05

Per Bernie le power unit attuali costano troppo e fanno gioco solo alla Mercedes: ne parlerà nello Stategy Group

Bernie Ecclestone non si arrende nella sua crociata contro i V6 turbo ed ha rivelato che nel prossimo incontro dello Strategy Group tornerà a proporre un ritorno ai propulsori aspirati. Secondo il grande boss del Circus, infatti, è stato il passaggio alle nuove e sofisticate power unit a portare due squadre in amministrazione controllata e a creare difficoltà ad almeno altre tre, visto il grande aumento dei costi.

Inoltre Bernie crede che con questi motori si rischia di andare incontro ad un lungo dominio della Mercedes, che obiettivamente sembra avere un vantaggio davvero enorme nei confronti della concorrenza. Resta comunque difficile ipotizzare un cambio tanto radicale con un preavviso tanto breve, anche pensando alla Honda, che deve ancora portare al debutto in un Gp la sua power unit turbo.

"Bisogna riconoscere che il problema più grande per le squadre in questa stagione è che hanno dovuto spendere tantissimo per le power unit. Credo che se facessimo una votazione a scrutinio segreto, solo una squadra sarebbe interessata a mantenere questi motori ed è la Mercedes. Ma non possiamo biasimarli, perché hanno fatto un lavoro eccellente a differenza degli altri, quindi hanno un grande vantaggio" ha detto Ecclestone.

"E' un bene per la Formula 1? Non credo, perché punterei tutti i miei soldi su chi vince il campionato l'anno prossimo e vincerei. E probabilmente anche tra due anni: non è questo quello che stiamo cercando. Dunque, nella prossima riunione voglio proporre di tornare ai motori aspirati, che abbiano una parte ibrida, ma meno esasperata" ha aggiunto.

"Ho parlato con diverse persone che si occupano di motori e tutti pensano che la mia idea avrebbe dei costi di sviluppo molto ridotti. L'inseguimento a ciò che ha realizzato la Mercedes rischia di far lievitare ancora i costi, ma non possiamo neppure chiedere a loro di fermarsi con lo sviluppo. Se però tutti fossero disposti a ridurre i costi legati al motore, allora il problema non esisterebbe più e potremmo mantenere quelli che abbiamo" ha concluso.

Prossimo articolo Formula 1
Bernie Ecclestone ritorna nel Board della Formula 1

Previous article

Bernie Ecclestone ritorna nel Board della Formula 1

Next article

Rivoluzione Ferrari: salta anche Neil Martin

Rivoluzione Ferrari: salta anche Neil Martin

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie