Bernie sulle gomme: "I piloti devono usare il cervello"

Mister E si schiera con la Pirelli, spiegando che ha solo rispettato le consegne che le erano state date

Bernie sulle gomme:
La Pirelli sembra aver trovato un nuovo alleato nella battaglia relativa alla durata degli pneumatici realizzata dall'azienda italiana per la stagione 2013. Bernie Ecclestone ha infatti sottolineato come il gommista milanese non abbia fatto altro che soddisfare le richieste che gli erano state fatte. "Ho chiesto io alla Pirelli di fare gomme che durassero meno della meà di ogni gara, il che significava avere più pit stop. Ed è quello che hanno fatto. I piloti devono iniziare ad usare il cervello e pensare a come vincere le gare" ha detto Mister E, provocando un po' i piloti e le squadre che si sono lamentate. Peccato però che questa sua presa di posizione sia arrivata solo ora che la Pirelli ha già annunciato che a partire dal Gp del Canada rivedrà le sue gomme, con cambiamenti che comunque saranno meno radicali rispetto a quelli di cui si era parlato in un primo momento. Bernie poi ha proseguito in maniera ironica, ribadendo il concetto di prima, ovvero che dovrebbero essere team e piloti ad adattarsi alle gomme e non viceversa, perchè i parametri in ballo sono troppi: "E' davvero difficile fare delle previsioni sulla durata delle gomme, perché ogni circuito è diverso, si possono incontrare temperature differente, le vetture vengono aggiornata, senza dimenticare poi che ogni pilota ha il proprio particolare stile di guida".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie