F1 | Abu Dhabi, Libere 2: Hamilton distanzia Verstappen, quarto

Nella seconda sessione di prove libere del GP di Abu Dhabi arrivano dati discordanti: Hamilton è stato il più veloce nel giro secco con la Mercedes dotata di gomme soft, ma sul passo gara a fare la differenza è stato Verstappen con la Red Bull. Secondo tempo di Ocon con l'Alpine davanti a Bottas e Max staccato di sei decimi che non sono reali. E' ancora una partita tattica fra i due top team. Delude la Ferrari solo ottava e nona.

F1 | Abu Dhabi, Libere 2: Hamilton distanzia Verstappen, quarto

Nel secondo turno di prove libere del GP di Abu Dhabi spariscono 10 gradi di temperatura sull'asfalto (29 gradi contro i 39 del mattino) e cambia lo scenario dell'ultimo appuntamento del mondiale. Se nella prima sessione era stato Max Verstappen a svettare, nel pomeriggio è toccato a Lewis Hamilton prendere in mano le redini del turno: Lewis è stato il più veloce con le soft in 1'23"691, risultando l'unico pilota in grado di sfondare il muro dell'1"24.

Esteban Ocon, con la sorprendente Alpine, è stato il primo inseguitore sommando un distacco di 343 millesimi con la A521. Il francese stupisce per aver rifilato quasi mezzo secondo al compagno di squadra, Fernando Alonso, sesto.

Ocon ha preceduto Valtteri Bottas, terzo, di appena 49 millesimi di secondo: il finlandese ha ottenuto il tempo nel secondo tentativo con le rosse perché nel primo ha spiattellato l'anteriore destra con un vistoso bloccaggio. Valtteri nella prima parte del turno, quando aveva pneumatici medi, era andato a toccare le barriere all'uscita di curva 14 (uscita dal tunnel dell'Hotel) ma senza subire danni particolari.

Max Verstappen sul giro secco non ha impressionato, cogliendo solo la quarta piazza con un 1'24"332, ma l'olandese, a differenza di Jeddah, sembra aver lavorato più per il passo gara. Max nella simulazione di gara ha impressionato, mettendo in mostra un passo insostenibile per tutti con pneumatici rossi. La Red Bull ha cercato un buon bilanciamento con il pieno, mettendo in evidenza anche Sergio Perez, che nella lista dei tempi si è messo a meno di un decimo dal suo capitano con un'ala più a cucchiaio e quindi più scarica di quella di Max.

E' incredibile come a ogni gara cambi l'approccio delle squadre per rimediare ai propri punti deboli, segno che i valori non sono ancora chiari, per cui attenzione anche alle scelte tattiche che possono confondere i dati.

A 37 millesimi da Fernando Alonso, sesto, sbuca un po' a sorpresa Yuki Tsunoda con l'AlphaTauri, capace di stare di nuovo davanti a Pierre Gasly solo decimo, con un margine di quattro decimi!

Il samurai ha messo il muso davanti anche alla Ferrari di Charles Leclerc ottavo davanti a Carlos Sainz. La SF21 sembra soffrire più del previsto il nuovo lay-out di Yas Marina, anche se il passo del monegasco non è parso affatto male.

Non splende la McLaren che ha Daniel Ricciardo 11esimo e Lando Norris 13esimo: fra le due MCL35 M con nuova livrea, si è visto in gran forma Antonio Giovinazzi con l'Alfa Romeo. Il pugliese si è messo in bella evidenza, mentre Kimi Raikkonen ha rovinato la giornata con un brutto incidente all'uscita di curva 14, mentre venica sventolata la bandiera a scacchi. Iceman ha perso la vettura che è partita con il posteriore contro le barriere, pendolando e urtando poi anche con l'anteriore. Un incidente che rischia di rendere più amaro del previsto l'addio alla F1 di Kimi.

Le due Aston Martin sono disperse al 14esimo posto con Sebastian Vettel: il tedesco si accontenta di regolare Lance Stroll.

George Russell è diciottesimo: appena ripresa la Williams da Jack Aitken che ha girato al mattino, l'inglese ha preceduto Nicholas Latifi che ha sbattutto sotto al tunnel dell'Hotel, rovinando l'ala posteriore che, una volta sostuita, ha permesso al canadese di tornare in pista per il long run.

Mick Schumacher è arrivato alle prestazioni Williams, mentre Nikita Mazepin si è preso dei decimi dal tedesco: tanta roba...

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 26 1'23.691 238.907
2 France Esteban Ocon
Alpine 29 1'24.034 0.343 0.343 237.932
3 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 29 1'24.083 0.392 0.049 237.793
4 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 25 1'24.332 0.641 0.249 237.091
5 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Red Bull 26 1'24.400 0.709 0.068 236.900
6 Spain Fernando Alonso
Alpine 27 1'24.495 0.804 0.095 236.634
7 Japan Yuki Tsunoda
AlphaTauri 26 1'24.532 0.841 0.037 236.530
8 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 29 1'24.557 0.866 0.025 236.460
9 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
Ferrari 29 1'24.844 1.153 0.287 235.660
10 France Pierre Gasly
AlphaTauri 27 1'24.940 1.249 0.096 235.394
11 Australia Daniel Ricciardo
McLaren 26 1'24.959 1.268 0.019 235.341
12 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 27 1'25.108 1.417 0.149 234.929
13 United Kingdom Lando Norris
McLaren 27 1'25.153 1.462 0.045 234.805
14 Germany Sebastian Vettel
Aston Martin 27 1'25.195 1.504 0.042 234.689
15 Canada Lance Stroll
Aston Martin 26 1'25.385 1.694 0.190 234.167
16 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 23 1'25.440 1.749 0.055 234.016
17 United Kingdom George Russell
Williams 29 1'25.549 1.858 0.109 233.718
18 Canada Nicholas Latifi
Williams 22 1'25.687 1.996 0.138 233.342
19 Germany Mick Schumacher
Haas 27 1'25.784 2.093 0.097 233.078
20 Russian Federation Nikita Mazepin
Haas 26 1'26.336 2.645 0.552 231.588
condividi
commenti
LIVE Formula 1 | Gran Premio di Abu Dhabi: Libere 2
Articolo precedente

LIVE Formula 1 | Gran Premio di Abu Dhabi: Libere 2

Articolo successivo

Horner: "Serve coerenza nell'applicare il regolamento"

Horner: "Serve coerenza nell'applicare il regolamento"
Carica i commenti