Calendario F1: salta il Vietnam, ecco le 23 date 2021

La Formula 1 scommette sul 2021: FIA e Liberty Media hanno ufficialmente presentato le date del mondiale 2021. La volontà è disputare 23 GP l'anno prossimo, ma nell'elenco non figura il GP del Vietnam che rischia di uscire di scena ancora prima di debuttare. In dubbio anche il Brasile, mentre si aspetta la conferma della Spagna che non ha ancora rinnovato l'accordo scaduto quest'anno. Monza slitta alla seconda settimana di settembre dopo l'Olanda.

Calendario F1: salta il Vietnam, ecco le 23 date 2021

FIA e Liberty Media hanno presentato ufficialmente il calendario del campionato Mondiale di Formula 1 2021. La sequenza di gare riprende quasi del tutto la pianificazione della stagione 2020 pre-Covid, nella speranza che l’emergenza internazionale legata al coronavirus possa nel frattempo essere meno impattante per la logistica e lo svolgimento della manifestazione sportive.

Confermata la volontà di disputare 23 Gran Premi, con il via della stagione programmato a Melbourne il 21 Marzo e il finale ad Abu Dhabi il 5 dicembre. Rispetto alla bozza iniziale c’è già una variazione importante. Il Gran Premio del Vietnam, che era stato pianificato il prossimo 25 aprile, è stato annullato ed eliminato dal calendario, che torna così provvisoriamente ad essere composto da 22 gare confermate più uno slot in stand-by.

Per il GP del Vietnam è un addio

La prima ipotesi formulata dopo la notizia della cancellazione del Gran Premio del Vietnam è quella legata alla situazione Covid, ma sono circolate anche altre supposizioni, una delle quali riguarda l’arresto del presidente del Comitato Popolare di Hanoi, una delle figure che ha sostenuto maggiormente il progetto che mirava a portare la Formula 1 nella città vietnamita.

Sono in corso colloqui per provare a posticipare il Gran Premio di un anno, ma al momento la situazione non sembra essere delle più favorevoli.

Se Liberty Media confermerà l’intenzione di voler comunque disputare 23 Gran Premi, valuterà con molta probabilità una delle piste inserite in extremis nel calendario 2020, ovvero Portimao, Istanbul, Imola o Mugello.

In attesa di conferma c’è anche il Gran Premio di Spagna, ma in questo caso il rinnovo del contratto sembra molto probabile anche a causa del grande interesse legato al ritorno in Formula 1 di Fernando Alonso e la presenza di Carlos Sainz in Ferrari.

Punto interrogativo sul GP del Brasile

Un punto interrogativo più importante è quello posto sul Gran Premio del Brasile (in programma il 14 novembre) poiché non è stato ancora rinnovato l’accordo con il promoter locale del circuito di Interlagos, scaduto in questa stagione, e gli esiti della trattativa non sono scontati.

Parallelamente non sembra procedere in discesa la realizzazione del circuito di Rio de Janeiro, a causa della mancanza delle autorizzazioni indispensabili per poter procedere alla deforestazione di un’area su cui dovrebbe sorgere una parte della pista.

Tra le novità del calendario 2021 c’è lo spostamento del Gran Premio d’Italia dal primo al secondo weekend di settembre, variazione necessaria per lasciare posto a Zandvoort, tappa che seguirà la trasferta di Spa.

Sarà questa la prima ‘tripletta’ stagionale, insieme a quella (logisticamente più impegnativa) di Sochi-Singapore e Suzuka. Sono infine tre le settimane di pausa estiva, che scatteranno dopo il GP di Ungheria (1 agosto) e termineranno con il GP del Belgio (29 agosto).

Calendario 2021 di Formula 1

21 marzo: Australia (Melbourne)

28 marzo: Bahrain (Sakhir)

11 aprile: Cina (Shanghai)

25 aprile: TBC

9 maggio: Spagna (Barcellona) *

23 maggio: Monaco (Monte Carlo)

6 giugno: Azerbaigian (Baku)

13 giugno: Canada (Montreal)

27 giugno: Francia (Le Castellet)

4 luglio: Austria (Spielberg)

18 luglio: Gran Bretagna (Silverstone)

1 agosto: Ungheria (Hungaroring)

29 agosto: Belgio (Spa)

5 settembre: Paesi Bassi (Zandvoort)

12 settembre: Italia (Monza)

26 settembre: Russia (Sochi)

3 ottobre: Singapore (Marina Bay)

10 ottobre: Giappone (Suzuka)

24 ottobre: USA (Austin)

31 ottobre: Messico (Città del Messico)

14 novembre: Brasile (San Paolo) *

28 novembre: Arabia Saudita (Jeddah)

5 dicembre: Abu Dhabi (Yas Marina)

* da confermare

condividi
commenti
Pirelli, Isola: "La Curva 8 di Istanbul? Forse si fa in pieno"

Articolo precedente

Pirelli, Isola: "La Curva 8 di Istanbul? Forse si fa in pieno"

Articolo successivo

Wolff: "Stanno facendo di tutto per fermare la Mercedes"

Wolff: "Stanno facendo di tutto per fermare la Mercedes"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Roberto Chinchero