Formula 1
19 set
-
22 set
Evento concluso
26 set
-
29 set
Evento concluso
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Gara in
18 Ore
:
08 Minuti
:
44 Secondi

Calendario F1 2020: per ora 22 GP, se non c'è la Germania

condividi
commenti
Calendario F1 2020: per ora 22 GP, se non c'è la Germania
Di:
29 ago 2019, 09:30

In attesa della conferma di Monza che arriverà la prossima settimana, è stato ufficializzato il calendario provvisorio del 2020 che aggiungerà due gare nuove: Vietnam e Olanda. Se la Germania risolverà i problemi economici i GP potrebbero salire a 23.

La Formula 1 ha svelato il calendario del prossimo campionato Mondiale. La stagione 2020 avrà un numero di Gran Premi record nella storia del Circus, con ben 22 tappe. A dispetto dell’uscita del Gran Premio di Germania (non incluso al momento, ma che nutre ancora qualche piccola speranza di essere della partita) il prossimo Mondiale vedrà il ritorno del Gran Premio d’Olanda e l’esordio assoluto del Gran Premio del Vietnam. Era prevista anche l’uscita del Gran Premio di Spagna, ma l’accordo siglato in extremis con i promoter di Barcellona ha portato il numero di gare alla cifra record di 22.

Rispetto ad una prima versione, trapelata ad inizio estate, il rientro della Spagna ha comportato l’anticipo di una settimana nel calendario del Gran Premio del Bahrain (che diventa back-to-back con la prova d’apertura a Melbourne) e l’anticipo di una settimana delle successive gare in Vietnam, Cina e Olanda.

Inedito anche il back-to-back Baku-Montreal, una scelta strategica per fornire più tempo a chi gestisce i trasporti tra le due località. Invertendo la sequenza dei due eventi, grazie ai fusi orari il guadagno è di ben 18 ore. Inevitabile però la concomitanza della gara di Montreal con la 24 ore di Le Mans, che resta come da tradizione fissata nel secondo weekend di giugno.

Nel calendario confermato dalla Formula 1 c’è anche il Gran Premio d’Italia, con un asterisco che indica l’attesa della conferma finale da parte dei promoter. Una conferma che dovrebbe arrivare già la prossima settimana, alla vigilia del weekend monzese.

“È con grande piacere che pubblichiamo la bozza del calendario 2020 - ha dichiarato Chase Carey - nel 2020 la Formula 1 celebrerà il suo settantesimo anniversario, e per la prima volta avremo un calendario con 22 Gran Premi. È significativo per il nostro sport, e conferma la nostra strategia a lungo termine. Da quando nel 2017 siamo abbiamo iniziato a lavorare in questo sport, c’è stata sempre la volontà di portare nuovi eventi per ampliare il fascino della Formula 1, e allo stesso tempo, consolidando la nostra presenza in Europa che resta la casa tradizionale di questo sport. Il Mondiale con 22 Gran Premi ha ricevuto un sostegno unanime da parte della FIA e da tutte le squadre, e dimostra chiaramente la fiducia che esiste nel futuro del nostro sport”.

Il calendario F1 2020 dovrà ora essere approvato dal Consiglio Mondiale della FIA per essere definitivo, un passaggio formale che non riserverà sorprese.

Calendario F1 2020

15 marzo Australia GP d'Australia Melbourne
22 marzo Bahrain GP del Bahrein Sakhir
5 aprile Vietnam GP del Vietnam Hanoï
19 aprile
China GP di China Shanghai
3 maggio Netherlands GP d'Olanda Zandvoort
10 maggio
Spain GP di Spagna Barcellona
24 maggio
Monaco GP di Monaco Monaco
7 giugno Azerbaijan GP di Azerbaijan Baku
14 giugno
Canada GP del Canada Montréal
28 giugno
France GP di Francia Le Castellet
5 luglio Austria GP d'Autria Spielberg
19 luglio United Kingdom GP di Gran Bretagna Silverstone
2 agosto Hungary GP di Ungheria Budapest
30 agosto Belgium GP del Belgio Spa-Francorchamps
6 settembre Italy GP d'Italia Monza
20 settembre Singapore GP di Singapore Singapore
27 septembre Russian Federation GP di Russia Sotchi
11 ottobre Japan GP del Giappone Suzuka
25 ottobre United States GP degli Stati Uniti Austin
1er novembre Mexico GP del Messico Città del Messico
15 novembre Brazil GP del Brasile Sao Paulo
29 novembre United Arab Emirates GP d'Abu Dhabi Abu Dhabi
Articolo successivo
Giallo: Raikkonen zoppica, c'è Ericsson in pre-allarme

Articolo precedente

Giallo: Raikkonen zoppica, c'è Ericsson in pre-allarme

Articolo successivo

Ferrari: l'ala anteriore scarica per volare a Spa

Ferrari: l'ala anteriore scarica per volare a Spa
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP del Belgio
Autore Roberto Chinchero