F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: l'ala anteriore scarica per volare a Spa

condividi
commenti
Ferrari: l'ala anteriore scarica per volare a Spa
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
29 ago 2019, 09:45

Sulla SF90 a livello aerodinamico la Rossa adotta una configurazione scarica, riprendendo dei concetti già visti in Canada. Un nuovo pacchetto aerodinamico è atteso a Singapore, perchè lo sviluppo non si ferma.

La Ferrari non porta a Spa il nuovo motore (la terza e ultima evoluzione concessa dalla FIA) che dovrebbe debuttare a Monza: sarà un passo avanti sia in potenza, sia in guidabilità. A livello aerodinamico è stato ripreso il pacchetto a basso carico che ha equipaggiato la SF90 nelle precedenti gare veloci.

Nell’immagine di Giorgio Piola si osserva l’ala anteriore con l’ultimo flap che è molto scarico grazie a una corda minore e a una diversa curvatura nel lato più esterno, quello riservato all’outwash, vale a dire il passaggio d’aria che consente ai flussi di essere orientati all’esterno della ruota anteriore.

Il flap è quello che si era già visto nel GP del Canada anche se il profilo principale dell’ala è quello più recente. La squadra del Cavallino è piuttosto consapevole del suo potenziale a Spa e Monza per cui si è limitata a ri-assemblare il materiale più adatto al tracciato delle Ardenne, mentre è atteso un importante pacchetto aerodinamico a Singapore, il cittadino ad alto carico dove si corre in notturna.

La Ferrari, quindi, non ha alcuna intenzione di ridurre lo sviluppo della SF90: i tecnici sono consapevoli che le novità sulla Rossa che funzioneranno, potranno essere trasferite anche alla macchina 2020 che nascerà con gli stessi regolamenti di quest’anno.

Si tratta di un momento particolarmente impegnativo a Maranello (come nelle altre squadre, del resto) perché è già stato lanciato anche lo studio della macchina 2021, il progetto che da novembre sarà affidato al gruppo di lavoro nel quale si inserirà Simone Resta.

Articolo successivo
Calendario F1 2020: per ora 22 GP, se non c'è la Germania

Articolo precedente

Calendario F1 2020: per ora 22 GP, se non c'è la Germania

Articolo successivo

Ufficiale: la Mercedes ha scelto il futuro di Valtteri Bottas

Ufficiale: la Mercedes ha scelto il futuro di Valtteri Bottas
Carica i commenti