Adriatico, PS5: solo Chardonnet insegue Scandola

condividi
commenti
Adriatico, PS5: solo Chardonnet insegue Scandola
Di: Franco Nugnes
02 mag 2015, 11:39

La Skoda Fabia del veronese centra un altro successo, ma il francese tiene duro. Ritirato Albertini

La cavalcata solitaria di Umberto Scandola è di quelle da ricordare: il pilota della Skoda Fabia S2000 ha infilato la quinta vittoria di speciale di fila. Il veronese non sembra disposto a lasciare nemmeno le briciole agli avversari nel Rally dell'Adriatico, terzo appuntamento del campionato italiano Rally e prova del TRT.

Un po' alla volta si stanno allontanando gli avversari più temibili per il titolo, ma non Sebastien Chardonnet che con la Ford Fiesta R5 sembra aver trovato il giusto passo sulla terra e ora sembra voler insidiare la supremazia di Scandola. Nella quinta ps Dei Laghi 1 di 11,64 km ha pagato solo quattro decimi dal leader della corsa, segno che è pronto per sferrare il primo attacco, visto che è riuscito a contenere il distacco sotto i 15 secondi.

Fa fatica Giandomenico Basso con la Fiesta R5 della BRC a gas: il veneto non vede l'ora di arrivare al parco assistenza perché non lo soddisfa l'assetto scelto che non gli permette di tirare come vorrebbe: il suo distacco da Scandola ormai sfiora il mezzo minuto, così come cresce quello di Paolo Andreucci alle prese con problemi di motore sulla sua Peugeot 208 T16 e di gomme che il toscano spera di risolvere all'assistenza.

E' arrivato anche il definitivo ritiro di Stefano Albertini che ha patito un principio di incendio sulla sua Peugeot 208 T16 causato da una perdita d'olio. Pronto l'intervento dei commissari e di Danilo Fappani per spegnere le fiamme.

Mauro Trentin con la Peugeot 207 S2000 controlla la graduatoria del TRT con 9 secondi di margine su Gigi Ricci con la Ford Fiesta R5, mentre Dettori (che si è quasi girato subito dopo il via) e Biolghini sono intorno al minuto, più staccati. Resta nella top ten anche Max Rendina che ha rischiato il capottamento con la Mitsubishi Lancer per essere rimasto senza freni: prosegue con il ponte posteriore piegato.

CIR/TRT, Rally Adriatico, 02/05/2015
Classifica dopo la PS5 (primi dieci)
1. Scandola/D'Amore - Skoda Fabia S2000 - 34'22"5
2. Chardonnet/De La Haye - Ford Fiesta R5 - +14"8
3. Basso/Granai - Ford Fiesta R5 LDI - +27"7
4. Andreucci/Andreussi - Peugeot 208 T16 - +39"7
5. Trentin/De Marco - Peugeot 207 S2000 - +1’25"1
6. Ricci/Pfister – Ford Fiesta R5 – +1’34”6
7. Dettori/Pisano – Skoda Fabia S2000 – +2’22”5
8. Biolghini/Castiglioni – Skoda Fabia S2000 - +2’34”6
9. “Ciava”/Ciucci –Ford Fiesta R5 - +2’38”1
10. Rendina/Pizzuti – Mitsubishi Lancer Evo IX - +2’59”2

Prossimo articolo CIR
Adriatico, PS6: prova sospesa cinque spettatori feriti

Previous article

Adriatico, PS6: prova sospesa cinque spettatori feriti

Next article

Adriatico, PS4: Scandola allunga, Albertini rallenta

Adriatico, PS4: Scandola allunga, Albertini rallenta

Su questo articolo

Serie CIR
Piloti Giandomenico Basso , Sébastien Chardonnet , Umberto Scandola
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie