Conway, Lopez e Kobayashi si impongono sotto la pioggia di Shanghai, la Toyota centra un'altra doppietta

condividi
commenti
Conway, Lopez e Kobayashi si impongono sotto la pioggia di Shanghai, la Toyota centra un'altra doppietta
Jamie Klein
Di: Jamie Klein
18 nov 2018, 10:10

L'equipaggio della Toyota #7, dopo aver ottenuto la pole, ha centrato il secondo successo stagionale regalando al costruttore nipponico un'altra doppietta. In GTE Pro primo successo per l'Aston Martin.

Safety car
Periodo sotto Safety car
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sebastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso
Jose Maria Lopez, Toyota Gazoo Racing
#91 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Richard Lietz, Gianmaria Bruni
#95 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage AMR: Marco Sorensen, Nicki Thiim, Darren Turner
#95 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage AMR: Marco Sorensen, Nicki Thiim, Darren Turner
#90 TF Sport Aston Martin Vantage: Salih Yoluc, Jonny Adam, Charles Eastwood
#91 Porsche GT Team Porsche 911 RSR: Richard Lietz, Gianmaria Bruni
#86 Gulf Racing Porsche 911 RSR: Michael Wainwright, Benjamin Barker, Thomas Preining
#81 BMW Team MTEK BMW M8 GTE: Martin Tomczyk, Nicky Catsburg
#88 Dempsey Proton Competition Porsche 911 RSR: Matteo Cairoli, Khaled Al Qubaisi, Riccardo Pera
#8 Toyota Gazoo Racing Toyota TS050: Sebastien Buemi, Kazuki Nakajima, Fernando Alonso

Mike Conway, Jose Maria Lopez e Kamui Kobayashi hanno centrato a Shanghai la loro seconda vittoria stagionale al volante della Toyota TS050 Hybrid #7 precedendo la vettura gemella affidata a Fernando Alonso, Kazuki Nakajima e Sebastien Buemi.

La pioggia torrenziale ha causato due interruzioni nella prima metà di gara e soltanto dalla quarta ora in pio le condizioni sono migliorate da poter consentire la ripresa delle operazioni.

La classifica è stata scombussolata a seguito dei numerosi pit stop effettuati dalle varie vetture in momenti differenti, ma la superiorità delle Toyota sulle LMP1 non ibride è sempre stata netta.

La Toyota #8 è stata in testa nelle fasi iniziali della gara, ma la #8 è riuscita a passare al comando in occasione del secondo pit stop effettuato in un giro in cui il gruppo è transitato in pit lane.   

Leggi anche:

Sempre la Toyota #8 ha poi perso tempo in occasione del cambio pilota, quando Alonso ha ceduto il volante a Buemi, a causa del semaforo rosso alla fine della corsia box concedendo così un vantaggio di circa venti secondi alla vettura gemella.

Nelle battute finali Nakajima aveva iniziato a ridurre il distacco da Conway, ma la safety car è entrata in pista a venti minuti dal termine a seguito di un contatto contro le barriere della BR Engineering BR #17 che ha sparso detriti sul tracciato.

Le due Toyota hanno così congelato le posizioni con Conway che ha tagliato il traguardo in prima posizione con 1’’4 di vantaggio su Nakajima, mentre Jenson Button è riuscito ad assicurarsi il primo podio stagionale al volante della BR1 #11 condivisa con Mikhail Aleshin e Vitaly Petrov, seppure con un giro di ritardo dalle vetture giapponesi.

L’ultimo ingresso in pista della safety car ha ridotto il vantaggio della #11 sulla Rebellion R-13 #1 di Jani, Senna e Lotterer, ma il quarto posto finale è da considerare un buon risultato per la squadra.

La Rebellion #3 ha perso due giri nelle battute iniziali a seguito del contatto contro le barriere di Thomas Laurent sotto safety car, ma nel corso della prima sosta il team è riuscito a riparare la vettura così da consentire all’equipaggio di chiudere al quinto posto con 3 giri di ritardo.

In LMP2 la vittoria è andata al Jackie Chan DC Racing. Ho-Pin Tung, Gabriel Aubry e Stephane Richelmi hanno conquistato il secondo successo stagionale.

L’equipaggio della Oreca #38 è riuscito ad imporsi in un duello serrato con la DragonSpeed #31 di Davidson, Maldonado e Gonzalez nonostante Aubry sia stato protagonista di due testacoda.

Terzo gradino del podio per l’Oreca #28 del TDS Racing, tagliata fuori dai giochi per la vittoria quando è stata colpita dalla Aston Martin #95 nella penultima ora di gara.

La vettura #37 del Jackie Chan già vittoriosa al Fuji ha perso un giro quando Weiron Tan è uscito di pista in curva 2 ed ha concluso al quinto posto di classe.

In GTEPro l’Aston Martin è riuscita a conquistare il primo successo con la nuova Vantage GTE tagliando il traguardo in settima posiziona assoluta davanti anche alla Oreca #38 LMP2.

La vettura #95 di Nicki Thiim e Marco Sorensen ha mostrato un ottimo passo sul bagnato dominando la maggior parte della gara.

La #97 affidta ad Alex Lynn e Maxime Martin è stata invece superata, quando mancavano 30 minuti al termine, dalla Porsche #91 di Richard Lietz, mentre la seconda vettura della casa di Stoccarda, la #92 affidata a Michael Christensen, ha centrato il terzo posto relegando Martin al quarto.

La Ferrari meglio piazzata è stata la #51 del duo Calado – Pier Guid, quinti, seguiti dalla BMW M8 di Martin Tomczyk e Nicky Catsburg.

In GTE Am il team Dempsey Proton si è riscattato dopo la sanzione della perdita di tutti i punti di questa stagione centrando il successo di classe.

Matt Campbell, Julien Andlauer e Christian Ried hanno portato la Porsche #77 al successo con 8 secondi di vantaggio sulla vettura di Jorg Bergmeister, Egidio Perfetti e Patrick Lindsey. 

 
Cla   # Piloti Auto Class Giri Tempo Gap Distacco Pits Ritirato Punti
1   7 Japan Kamui Kobayashi 
United Kingdom Mike Conway 
Argentina José María López 
Toyota TS050 Hybrid LMP1 113 6:01'46.414     8    
2   8 Spain Fernando Alonso 
Japan Kazuki Nakajima 
Switzerland Sébastien Buemi 
Toyota TS050 Hybrid LMP1 113 6:01'47.833 1.419 1.419 9    
3   11 United Kingdom Jenson Button 
Russian Federation Vitaly Petrov 
Russian Federation Mikhail Aleshin 
BR Engineering BR1 LMP1 112 6:02'12.181 1 Lap 1 Lap 9    
4   1 Germany André Lotterer 
Brazil Bruno Senna 
Switzerland Neel Jani 
Rebellion R13 LMP1 112 6:02'29.122 1 Lap 16.941 9    
5   3 Switzerland Mathias Beche 
France Thomas Laurent 
United States Gustavo Menezes 
Rebellion R13 LMP1 110 6:02'04.331 3 Laps 2 Laps 10    
6   10 Netherlands Renger van der Zande 
United Kingdom Ben Hanley 
Australia James Allen 
BR Engineering BR1 LMP1 110 6:02'34.342 3 Laps 30.011 10    
7   95 Denmark Marco Sorensen 
Denmark Nicki Thiim 
Aston Martin Vantage AMR LMGTE PRO 109 6:02'50.597 4 Laps 1 Lap 7    
8   38 China Ho-Pin Tung 
Monaco Stéphane Richelmi 
France Gabriel Aubry 
Oreca 07 LMP2 109 6:02'57.583 4 Laps 6.986 9    
9   91 Italy Gianmaria Bruni 
Austria Richard Lietz 
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 109 6:03'00.126 4 Laps 2.543 7    
10   92 Denmark Michael Christensen 
France Kevin Estre 
Porsche 911 RSR LMGTE PRO 109 6:03'05.425 4 Laps 5.299 7    
11   97 Belgium Maxime Martin 
United Kingdom Alex Lynn 
Aston Martin Vantage AMR LMGTE PRO 109 6:03'08.744 4 Laps 3.319 7    
12   31 United Kingdom Anthony Davidson 
Venezuela Pastor Maldonado 
Mexico Roberto Gonzalez 
Oreca 07 LMP2 109 6:03'10.596 4 Laps 1.852 9    
13   51 United Kingdom James Calado 
Italy Alessandro Pier Guidi 
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO 109 6:03'54.640 4 Laps 44.044 7    
14   81 Netherlands Nick Catsburg 
Germany Martin Tomczyk 
BMW M8 GTE LMGTE PRO 109 6:04'00.198 4 Laps 5.558 8    
15   36 France Nicolas Lapierre 
France Pierre Thiriet 
Brazil André Negrao 
Alpine A470 LMP2 109 6:04'03.971 4 Laps 3.773 9    
16   67 United Kingdom Harry Tincknell 
Guernsey Andy Priaulx 
Ford GT LMGTE PRO 109 6:04'05.058 4 Laps 1.087 7    
17   71 United Kingdom Sam Bird 
Italy Davide Rigon 
Ferrari 488 GTE EVO LMGTE PRO 109 6:04'08.467 4 Laps 3.409 7    
18   66 Germany Stefan Mücke 
France Olivier Pla 
Ford GT LMGTE PRO 109 6:04'08.980 4 Laps 0.513 9    
19   64 United Kingdom Oliver Gavin 
United States Tommy Milner 
Chevrolet Corvette C7R LMGTE PRO 109 6:04'10.424 4 Laps 1.444 9    
20   82 Portugal António Félix Da Costa 
United Kingdom Tom Blomqvist 
BMW M8 GTE LMGTE PRO 108 6:01'48.964 5 Laps 1 Lap 9    
21   77 Germany Christian Ried 
Australia Matt Campbell 
Julien Andlauer 
Porsche 911 RSR LMGTE AM 108 6:03'05.962 5 Laps 1'16.998 8    
22   56 Germany Jörg Bergmeister 
United States Patrick Lindsey 
Norway Egidio Perfetti 
Porsche 911 RSR LMGTE AM 108 6:03'14.662 5 Laps 8.700 7    
23   88 Italy Matteo Cairoli 
Riccardo Pera 
Khaled AI 
Porsche 911 RSR LMGTE AM 108 6:03'17.677 5 Laps 3.015 7    
24   37 Malaysia Nabil Jeffri 
Malaysia Weiron Tan 
Malaysia Jazeman Jaafar 
Oreca 07 LMP2 108 6:03'31.154 5 Laps 13.477 8    
25   54 Italy Giancarlo Fisichella 
Italy Francesco Castellacci 
Switzerland Thomas Flohr 
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 108 6:04'02.390 5 Laps 31.236 9    
26   98 Portugal Pedro Lamy 
Canada Paul Dalla Lana 
Austria Mathias Lauda 
Aston Martin Vantage LMGTE AM 108 6:04'13.225 5 Laps 10.835 8    
27   70 Monaco Olivier Beretta 
Italy Eddie Cheever III 
Japan Motoaki Ishikawa 
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 107 6:01'46.887 6 Laps 1 Lap 7    
28   61 Ireland Matt Griffin 
Singapore Mok Weng Sun 
Japan Keita Sawa 
Ferrari 488 GTE LMGTE AM 107 6:02'07.814 6 Laps 20.927 8    
29   90 United Kingdom Jonathan Adam 
Turkey Salih Yoluç 
Ireland Charlie Eastwood 
Aston Martin Vantage LMGTE AM 105 6:02'03.495 8 Laps 2 Laps 7    
30   86 United Kingdom Michael Wainwright 
United Kingdom Ben Barker 
Thomas Preining 
Porsche 911 RSR LMGTE AM 100 6:02'59.909 13 Laps 5 Laps 9    
31   29 Netherlands Giedo van der Garde 
Netherlands Nyck De Vries 
Netherlands Frits van Eerd 
Dallara P217 LMP2 99 6:03'39.899 14 Laps 1 Lap 11    
32   50 France Enzo Guibbert 
France Romano Ricci 
France Erwin Creed 
Ligier JSP 217 LMP2 88 6:01'47.202 25 Laps 11 Laps 6    
    28 France Loïc Duval 
France François Perrodo 
France Matthieu Vaxivière 
Oreca 07 LMP2 108 6:01'09.329 5 Laps   9 Retirement  
    17 France Stéphane Sarrazin 
Russian Federation Matevos Isaakyan 
Russian Federation Egor Orudzhev 
BR Engineering BR1 LMP1 100 5:38'27.411 13 Laps 8 Laps 11 Retirement  
    4 United Kingdom Oliver Webb 
France Tom Dillmann 
United Kingdom James Rossiter 
ENSO CLM P1/01 LMP1 50 3:34'50.212 63 Laps 50 Laps 2 Retirement
Articolo successivo
Kobayashi, Conway e Lopez centrano la pole a Shanghai, la Toyota monopolizza ancora la prima fila

Articolo precedente

Kobayashi, Conway e Lopez centrano la pole a Shanghai, la Toyota monopolizza ancora la prima fila

Articolo successivo

Rivoluzione nel WEC: dal 2019/2020 non sarà più permesso fare contemporaneamente rifornimento e cambio gomme

Rivoluzione nel WEC: dal 2019/2020 non sarà più permesso fare contemporaneamente rifornimento e cambio gomme
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WEC
Evento Shanghai
Sotto-evento Domenica, gara
Autore Jamie Klein