TT 2019: Dean Harrison e Jamie Coward al top nella prima giornata

Le prime prove cronometrate delle classi Supersport e Lightweight hanno dato inizio alle attività sull’Isola di Man, con il pilota di Bradford unico a scendere sotto il muro dei 18’ tra le 600 cc.

TT 2019: Dean Harrison e Jamie Coward al top nella prima giornata

Questo pomeriggio è ufficialmente iniziata la 100esima edizione del Tourist Trophy.

Dopo il rinvio di ieri per il maltempo, la prima giornata di prove sull’Isola di Man si è aperta con una cinquantina di minuti di ritardo, per far asciugare alcune zone umide attorno al Circuito del Mountain e permettere ai commissari di recarsi in postazione.

Ad aprire le danze sono stati i newcomer, che hanno iniziato a prendere confidenza con i 60,761 km dello Snaefell Mountain Course, cimentandosi nel loro primo giro a velocità controllata, accompagnati da Richard “Milky” Quayle e Dave Molyneux, in Sidecar.

A primeggiare nella sessione mista, condizionata da forti raffiche di vento, sono state le Kawasaki di Dean Harrison, nella Supersport, e Jamie Coward, nella Lightweight.

Leggi anche:

Supersport, Harrison riprende da dove aveva lasciato

Conquistata la vittoria di Gara 2 nel TT 2018, il pilota di Bradford ha subito voluto mettere le cose in chiaro, piazzando la sua ZX-6R in cima alla classifica delle 600 cc.

Dopo aver siglato il primo crono ufficiale della sessione, ad una media di 121.97 mph, Dean Harrison ha inanellato 6 giri in progressione, che lo hanno portato a stampare, nel suo ultimo passaggio, il tempo più veloce del pomeriggio: un 17’57”196 alla media di 126,09 mph.

Un passo insostenibile per la concorrenza, con il primo degli inseguitori, Michael Dunlop (Honda), fermo a 18’16”276 e una media di 123.90 mph, fatta registrare nel suo terzo passaggio. Alle spalle del pilota della MD Racing si è piazzato Conor Cummin (Honda), seguito da Jamie Coward (Yamaha), James Hillier (Kawasaki) e Gary Johnson (Triumph). Fuori dalla Top 10 John McGuinness (Honda), al ritorno con il team Padgett’s.

Lightweight, a svettare è Jamie Coward

Tra bicilindriche è Jamie Coward (Kawasaki) a mettere tutti in fila, fermando il cronometro sui 18’52”240, alla media di 119.96 mph. 

Leggi anche:

Seconda posizione per il campione uscente Michael Dunlop (Paton), che ha siglato il suo miglior giro in 19’05”997 alla media di 118.96 mph, seguito da un sorprendente Paul Jordan (Kawasaki).

A 36”772 dalla vetta si è piazzato il mattatore della Cookstown 100 Derek McGee (Kawasaki), quarto, davanti a Stefano Bonetti (Paton) e Gary Johnson (Kawasaki). Quindicesimo tempo per il vincitore del 2017 Michael Rutter (Kawasaki), mentre John McGuinness (Norton), in sella alla nuova Superlight, si è fermato in ventesima posizione, con un crono di 20’15”209 alla media di 111.77 mph.

L’appuntamento per la seconda giornata di prove del TT 2019 è fissato per domani, lunedì 27, alle 19.20 ora italiana.

condividi
commenti
TT 2019: John McGuinness completa la line up del team Padgett's per la Supersport

Articolo precedente

TT 2019: John McGuinness completa la line up del team Padgett's per la Supersport

Articolo successivo

TT 2019: Dean Harrison svetta in Superbike e Superstock

TT 2019: Dean Harrison svetta in Superbike e Superstock
Carica i commenti