Valentino: Ducati in alluminio prima di fine stagione!

Valentino: Ducati in alluminio prima di fine stagione!

La Casa di Borgo Panigale vuole arrivare ai test di Valencia con la moto scelta per il 2012

Valentino Rossi e la Ducati sono legati da un filo a doppia mandata. Il loro non è un matrimonio di interesse, ma "devono" continuare il loro cammino insieme, per evitare il fallimento di un'operazione che finora ha avuto solo costi esorbitanti. Nella squadra di Borgo Panigale sono perfettamente consapevoli che il Dottore non è un pilota "bollito", come i critici più accaniti si ostinano a sostenere visto che non è arrivato un risultato degno di nota: i dati della telemetria parlano chiaro. Velentino Rossi ancora c'è, per dirla alla Guido Meda. Sgombrato questo dubbio, resta da risolvere il problema della moto. Il paradosso è che la Ducati sta investendo nel programma Moto Gp una budget enorme e non sta cavando un ragno dal buco, mentre il team Althea, che rappresenta il marchio in Superbike, con mezzi infinitamente minori sta dominando il campionato delle derivate di serie con Carlos Checa. Alla Ducati stanno facendo l'impossibile per mettere Rossi nella condizione di dare il suo meglio: dopo mille dubbi e riflessioni è stato dato l'ok alla costruzione di un telaio in alluminio. Si tratta di una lavorazione che è stata affodata all'esterno del Reparto Corse a specialisti che hanno una grande preparazione in materia. Per la filosofia di Borgo Panigale, che aveva puntato sul motore in funzione portante, si tratta di una vera rivoluzione: questa sarebbe la conferma che la Casa bolognese non vuole lasciare nulla di intentato per uscire da una crisi ogni giorno più pesante. Filippo Preziosi, progettista della Gp11, è pronto a ingoiare il rospo di un telaio diverso. E, stando alle indiscrezioni, la nuova Ducati dovrebbe debuttare il più presto possibile, certamente prima dell'ultimo Gp in programma a Valencia e che come sempre chiude la stagione. La ragione è semplice: la Ducati, ai test che seguono la gara spagnola al Ricardo Torno, vuole arrivare con la moto scelta per il 2012. La Ducati in questo travagliato 2011 metterà in pista ben tre modelli, un vero record: la giubilata Gp11 (ma che continua ad usare Nicky Hayden), la Gp11.1 "ispirata" da Jeremy Burgess e l'attesa moto con il telaio in alluminio. Se non verrà fuori uno spiraglio da questa situazione, beh allora il divorzio fra Valentino e la Rossa sarà inevitabile con tutti gli effetti che potrebbe avere. A Brno, intanto, farà il suo debutto l'attesa elettronica nuova che, in parte, dovrebbe risolvere i problemi di guidabilità in curva di Rossi: a seconda di come andranno le cose in Repubblica Ceca, capiremo quale sarà lo scenario che andremo a vivere nella seconda parte della stagione...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag euro 5