Nakamoto ha provato a convincere Stoner a tornare

Nakamoto ha provato a convincere Stoner a tornare

Il vice-presidente della HRC lo avrebbe rivoluto in MotoGp a tempo pieno, ma Casey ha detto no

Shuhei Nakamoto ci ha provato: il vice-presidente della HRC voleva convincere Casey Stoner a provare a correre in MotoGp a distanza di due anni dal suo ritiro, per regalare a tutti gli appassionati della classe regina un duello da sogno con Marc Marquez.

In occasione del test svolto a fine ottobre dal due volte iridato a Motegi, Nakamoto gli ha proposto di tornare a mettersi tuta e casco a tempo pieno, ma l'australiano ha rimandato la proposta al mittente, dandosi comunque disponibile a continuare un programma di test per la Honda.

"Ho chiesto a Casey se volesse fare degli altri test, ma soprattutto se gli sarebbe piaciuto correre di nuovo. Mi ha detto subito che di correre non se ne parlava, ma per i test mi ha sorriso e mi ha detto forse. Era molto sorpreso di quanto fosse riuscito ad essere veloce dopo un anno lontano da una MotoGp. Quindi forse posso convincerlo a fare degli altri test" ha detto il giapponese a MotorCycleNews.

E poi ha appunto chiarito che la sua proposta era per un impegno a tempo pieno: "Gli ho chiesto di tornare a tempo pieno, perché non credo che avrebbero troppo senso delle wild card, ma non succederà. Tutti ci aspettavamo che Casey sarebbe tornato, ma non credo che andrà così, quindi non serve continuare a discuterne".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie