Sepang, Day 1: brilla Stoner, poi arriva la pioggia

Sepang, Day 1: brilla Stoner, poi arriva la pioggia

Quasi tutto inveriato nel pomeriggio: Honda padrone, Yamaha a inseguire. Rossi ottavo a 1"4

La pioggia è stata la grande protagonista del pomeriggio della prima giornata dei test collettivi di Sepang. Uno dei tanto temuti acquazzoni malesi ha fatto visita a team e piloti della MotoGp, che quindi non hanno potuto sfruttare l'ultima parte della sessione per provare a migliorare le loro prestazioni. Al calare della bandiera a scacchi, dunque, il miglior tempo è rimasto il 2'01"761 messo a referto da Casey Stoner nella mattinata. Un tempo alto rispetto a quelli di inizio mese, probabilmente a causa della grande umidità presente oggi in Malesia, che ha reso l'asfalto particolarmente viscido. Non a caso, il campione del mondo oggi ha messo insieme appena 16 tornate. In ogni caso l'australiano è stato l'unico in grado di scendere sotto al muro del 2'02", staccando di poco più di due decimi la Honda gemella di Dani Pedrosa. In questa prima giornata le RC213V hanno dato la sensazione di avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza, riuscendo a staccare rispettivamente di sei decimi e un secondo le due Yamaha di Jorge Lorenzo e Ben Spies. E' anche vero però che nel box della Casa di Iwata hanno lavorato sodo su alcune novità introdotte oggi a livello di cambio e di motore, il cui intento è quello di migliorare l'accelerazione della M1. In ogni caso, nonostante in Honda oggi non avessero novità sensazionali, il divario sembra essere leggermente aumentato rispetto ai primi test. Veniamo ora alla Ducati: Nicky Hayden oggi è riuscito finalmente a lavorare concretamente in sella alla GP12 con telaio perimetrale, dopo che nel primo test aveva dovuto fare i conti con il suo infortunio, ed è riuscito a piazzarsi davanti a Valentino Rossi: l'americano ha chiuso sesto, mentre il "Dottore" si è dovuto accontentare dell'ottava piazza, anche se i loro tempi sono stati molto simili. Oggi gli uomini di Borgo Panigale hanno testato soprattutto le novità di elettronica introdotte nei test della scorsa settimana a Jerez de la Frontera, ma il pesarese ha fatto ancora anche qualche piccola modifica alla posizione di guida. Il distacco da Stoner è di circa 1"3-1"4, quindi sarà interessante sentire i commenti di Valentino, che poi è sceso in pista anche sotto la pioggia, montando delle gomme rain. Mostra importanti segnali di crescita Alvaro Bautista, autore del quinto tempo con la Honda del team Gresini, mentre Cal Crutchlow ha saputo confermare quanto di buono fatto vedere nei test di inizio anno, inserendo la sua Yamaha Tech 3 tra le due Ducati ufficiali. Completano la top ten Hector Barbera e Stefan Bradl, con Andrea Dovizioso che invece si è dovuto accontentare dell'undicesimo tempo. Da segnalare l'assenza in pista di Karel Abraham: il pilota ceco è arrivato a Sepang, ma è alle prese con un forte dolore ad una spalla dovuto alla caduta della scorsa settimana a Jerez, quindi oggi ha preferito riposarsi. Al suo posto è sceso in pista il collaudatore Ducati Franco Battaini, autore del 13esimo crono. Chiudono il gruppo le CRT, anche se l'unica che ha messo a segno dei tempi degni di nota è la Suter-BMW di Colin Edwards: l'americano del Forward Racing è riuscito a mantenere al di sotto dei 4" il gap dalla vetta, ma su una pista con due rettilinei così lunghi la differenza con le MotoGp vere e proprie sembra essere ancora troppo. Va detto però che il veterano è stato uno dei pochi piloti capaci di migliorarsi nel pomeriggio, salendo in 12esima posizione. Senza voto le BQR-Kawasaki, il cui sviluppo sembra ancora troppo in fase embrionale per esprimere un giudizio. Anche Ivan Silva però ha leggermente abbassato il suo tempo nelle ore conclusive della giornata, chiudendo comunque a 6"3 da Stoner. Purtroppo per i presenti a Sepang, le previsioni meteorologiche danno pioggia anche per domani e giovedì. Una situazione che rischia davvero di compromettere il lavoro delle squadre in un momento chiave dello sviluppo dei nuovi prototipi 1000. Una domanda allora sorge spontanea: è proprio necessario andare fino in Malesia quando a Jerez la scorsa settimana c'erano temperature primaverili? MOTOGP, Sepang, 28/02/2012 Prima giornata di test collettivi (classifica finale) 1. Casey Stoner - Honda - 2'01"761 - 16 giri 2. Dani Pedrosa - Honda - 2'02"005 - 36 3. Jorge Lorenzo - Yamaha - 2'02"436 - 22 4. Ben Spies - Yamaha - 2'02"819 - 31 5. Alvaro Bautista - Honda - 2'02"819 - 24 6. Nicky Hayden - Ducati - 2'03"132 - 55 7. Cal Crutchlow - Yamaha - 2'03"213 - 27 8. Valentino Rossi - Ducati - 2'03"245 - 39 9. Hector Barbera - Ducati - 2'03"612 - 24 10. Stefan Bradl - Honda - 2'03"820 - 31 11. Andrea Dovizioso - Yamaha - 2'03"830 - 23 12. Colin Edwards - Suter-BMW - 2'05"563 - 25 13. Franco Battaini - Ducati - 2'05"563 - 11 14. Ivan Silva - BQR-Kawasaki - 2'08"109 - 32 15. Yonny Hernandez - BPQ-Kawasaki - 2'08"767 - 16

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie