Sanzioni più pesanti per i giochi di scie in qualifica

Sanzioni più pesanti per i giochi di scie in qualifica

Da Valencia chi rallenta troppo per aspettare il "traino" giusto perderà una fila sulla griglia di partenza

La stagione della MotoGp sta volgendo ormai al termine, ma a Valencia ci saranno delle novità importanti per quanto riguarda il regolamento sportivo. Il direttore di gara Mike Webb ha infatti convocato una riunione obbligatoria per tutti i piloti del Motomondiale e all'ordine del giorno ci sarà un argomento spinoso: quello dell'utilizzo delle scie in qualifica.

A preoccupare la Race Direction non è tanto il fatto che vengano utilizzate le scie, perché questo non è assolutamente vietato dal regolamento ed ha sempre fatto parte di questo sport, ma il modo pericoloso in cui la maggior parte dei piloti attende che arrivi il "traino" giusto, procedendo a velocità ridottissima e creando situazioni di evidente pericolo.

Un fenomeno che va per la maggiore soprattutto in Moto3, ma che sta prendendo piede anche in MotoGp. Fino ad ora i commissari hanno fatto valere le loro ragioni con dei punti di penalità sulla licenza dei piloti che esageravano, ma d'ora in avanti è stato deciso di non fare più sconti.

Un comportamento del genere, se non giustificato da un motivo valido, come ad esempio un problema tecnico, sarà considerato "guida irresponsabile e pericolosa" e farà scattare l'arretramento di una fila sulla griglia di partenza oltre al pagamento dei punti di penalità sulla licenza.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie