Ufficiale: Yamaha fornirà i motori ad alcuni team clienti

Ufficiale: Yamaha fornirà i motori ad alcuni team clienti

Pochi istanti fa ha annunciato di aver ottenuto l'ok della Dorna e della FMI. Il programma è triennale

I giapponesi si muovono per migliorare la qualità della griglia di partenza della MotoGp: dopo che la Honda ha annunciato la vendita di una RC213V di produzione al prezzo di 1 milione di euro, pochi istanti fa è arrivata la risposta della Yamaha che ha confermato ufficialmente di aver raggiunto un accordo con la Dorna per fornire i motori della M1 ad alcune squadre clienti in MotoGp, con accordi di leasing su base annuale. Inoltre la Casa giapponese ha ufficializzato che questo programma parte con un piano triennale, che quindi ne garantirà la durata almeno fino al termine della stagione 2016. Va aggiunto poi che si tratta di un programma complementare a quello che porterà in pista quattro M1 complete, due ufficiali e due con il team Tech 3. L'accordo raggiunto con la Dorna e con la Federazione Internazionale dovrebbe favorire l'incremento di moto competitive sulla griglia di partenza della classe regina: le squadre che raggiungeranno un'intesa con la Yamaha potranno infatti realizzare liberamente la loro moto o affidarsi ad un telaista, esattamente come accade oggi per le CRT, con la differenza che non monteranno un propulsore derivato dalla serie, ma nato come prototipo racing vero e proprio. Diciamo, dunque, che in un certo senso verrà introdotto in MotoGp un concetto simile a quello della Formula 1, dove ad esempio la Ferrari fornisce i suoi propulsori anche a Sauber e Toro Rosso. I dettagli legati ai costi e a tutti gli aspetti tecnici e logistici saranno forniti più avanti dalla Yamaha, che intanto ha invitato gli eventuali team interessati a contattarla.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie