Paul Bird realizzerà un telaio in proprio per il 2013

Paul Bird realizzerà un telaio in proprio per il 2013

L'idea è anche di raddoppiare il programma schierando una seconda moto

L'inizio dell'avventura in MotoGp non è stata troppo semplice per la Paul Bird Motorsport, ma il team principal britannico sembra avere grandi progetti per il futuro della sua squadra, del quale ha parlato in occasione della gara di casa, a Silverstone. La gioia di riuscire a piazzare James Ellison al primo posto tra le CRT a Le Mans, dopo che nelle prime gare le sue prestazioni erano poco entusiasmanti a causa di evidenti problemi di chattering, ha rilanciato le ambizioni di Bird, che ha deciso di rendere ancora più importante il suo programma nel 2013. Se quest'anno la sua squadra porta in pista una moto "pronto-corsa" come la ART-Aprilia, per il 2013 è già in cantiere un telaio realizzato in proprio, che comunque dovrebbe continuare ad essere accoppiato con un propulsore della Casa di Noale. Telaio che dovrebbe essere pronto per i primi test entro la fine dell'anno. Ma non è tutto, perchè l'intenzione sarebbe quella di raddoppiare il programma, portando in pista una seconda moto. E il sogno sarebbe quello di portare avanti un team tutto "british", confermando Ellison ed affiancandogli un connazionale. Al momento non ci sono conferme, ma gli indizi in tal senso sembrerebbero portare a Shane Byrne, che è già collaudatore del team, oltre che difenderne i colori nel BSB.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie