I piloti ricordano il Sic nella conferenza di Misano

I piloti ricordano il Sic nella conferenza di Misano

Al centro dell'attenzione però c'è il duello tra Lorenzo e Pedrosa

Si apre il tredicesimo appuntamento MotoGp della stagione. Il circuito di Misano, intitolato alla memoria di Marco Simoncelli, accoglie la prima giornata del Gran Premio Aperol di San Marino e Riviera di Rimini, con la conferenza stampa abituale. Presenti i due contendenti per il titolo Jorge Lorenzo (Factory Yamaha Racing) e Dani Pedrosa (Repsol Honda), l’idolo di casa Valentino Rossi (Ducati Team), il recentemente rinnovato in casa Tech3 Cal Crutchlow e il sostituto di Casey Stoner per Repsol Honda, Jonathan Rea. Il leader del mondiale Jorge Lorenzo sa di giocarsi molto questo fine settimana, con Pedrosa in continuo avvicinamento: "Quest’anno siamo stati molto costanti, sempre nella top 2. Nelle ultime tre gare non sono riuscito a vincere, ma ci siamo andati vicini. Ora arriva questa pista, positiva per noi negli ultimi 4 anni. Secondo sempre a parte lo scorso anno quando sono riuscito a vincere. Ora giocherà molto anche il fattore pressione". Lo spagnolo ha poi continuato parlando di Simoncelli: "Era una delle stelle del Campionato. Un grande pilota che muoveva tanta gente e che aveva un sacco di tifosi. Credo sia bello che gli abbiano intitolato il circuito, se lo merita. Non dimentichiamo nemmeno Shoya". "Ad Aragón abbiamo trovato qualcosa che ci da più velocità, ma non potremo usare l’ultimo motore quindi correremo con quello di Brno. Proveremo a vincere e forse ad Aragon avremo una moto leggermente più competitiva. Ovviamente preferirei avere più punti da gestire ed essere più tranquillo. La sfida tra me e Dani ci da l’opportunità di fare ancora più grande questo sport nel nostro Paese". Se il 99 non può sbagliare, un errore di Dani Pedrosa aprirebbe un gap difficilmente colmabile con la vetta della classifica generale: "Le ultime due gare sono state perfette per noi e sono felice. Dobbiamo continuare a lavorare in questa maniera e provare a correre per vincere ancora. L’importante è rimanere sempre concentrati. Ad Aragon abbiamo trovato qualcosa per il grip che vedremo se utilizzare o meno". Poi un pensiero su Simoncelli: "È bello sapere che lui era di qui e che tutti i tifosi e la famiglia sono qui. È una piccola consolazione per la sua grande perdita. Come quella di Tomizawa del resto". Rossi, che correrà questo fine settimana con un nuovo forcellone ha dichiarato: "Lo scorso anno non siamo andati male qui. Abbiamo fatto un test due settimane fa con nuove componenti con buone sensazioni. Ora dovremo capire se siamo migliorati e quanto confrontandoci con gli altri piloti. Arrivare qui, con il circuito dedicato a Marco, è sicuramente un’emozione particolare. Dobbiamo provare a fare una buona gara per lui e per la sua famiglia". Per Crutchlow, Misano sarà un’altra occasione per giocarsi la top3: "L’ultimo quarto di stagione sarà duro. Ho voglia di correre, ora che ci siamo tolti lo sfizio del podio, potrebbe essere più semplice tornarci. Sarò felice se riuscirò a ridurre ancora un po’ il gap. Arriviamo a Misano con l’idea di salire sul podio e non ci sono ragioni per non provarci". Ultimo a parlare Jonathan Rea, emozionato per questa prima uscita con la classe regina.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi , Jorge Lorenzo , Jonathan Rea , Cal Crutchlow
Articolo di tipo Ultime notizie