Pedrosa: "Non chiederei mai a Stoner di aiutarmi"

Il rientro di Casey si avvicina, ma lo spagnolo non vuole un trattamento privilegiato

Pedrosa:
Il ritorno di Casey Stoner in sella alla sua Honda RC213V si avvicina sempre di più e nell'ambiente della MotoGp tutti si domandano se l'australiano sarà pronto a dare una mano a Dani Pedrosa nella corsa al titolo. Un aiuto che allo spagnolo servirebbe davvero tanto, specie dopo la caduta di Misano che ha complicato la sua marcia, nonostante tre vittoria nelle ultime quattro gare. Durante il weekend di Motorland Aragon, Livio Suppo ha detto che i piloti della HRC saranno liberi di battagliare e che comunque Casey farà il suo lavoro se riuscirà a rimanere davanti a Jorge Lorenzo, cui basterebbero quattro secondi posto per festeggiare il secondo titolo in carriera. Ora però è anche il diretto interessato ad aver fatto sapere di non volere l'aiuto del compagno di squadra: "Camomillo" ha fatto capire chiaramente che vuole essere campione solo se sarà lui ad esserlo guadagnato. "Devi vincere un campionato è perchè sei migliore di chiunque altro, non perchè sei stato aiutato. In passato abbiamo visto diversi casi in cui ad un pilota servivano dei punti e il compagno glieli ha ceduti per una caduta o in un altro modo, ma Casey è un vincente e non gli chiederei mai di fare una cosa del genere" ha detto Dani. "Siamo compagni di squadra, ma siamo entrambi dei vincenti e se riuscirà a tornare, credo che lo farà per provare a vincere le ultime gare della sua carriera. Per essere chiari, io voglio solo provare a fare una grande gara ogni domenica, senza pensare troppo anche a quello che fa Lorenzo" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie