Dovizioso: "Siamo già veloci come mi aspettavo. Saranno i dettagli a fare la differenza in gara"

condividi
commenti
Dovizioso:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
21 set 2018, 16:03

Il forlivese è stato protagonista di una buona giornata di prove libere ad Aragon, chiudendo in testa alla classifica con la suaa Ducati alla mattina nelle Libere 1 e terzo al pomeriggio.

Ad Aragon ci si aspettava di vedere le Ducati subito protagoniste, prime avversarie di Marc Marquez in una delle sue piste preferite e così è stato. Andrea Dovizioso ha firmato il miglior tempo assoluto nel corso della sessione mattutina, mentre nel pomeriggio si è dovuto accontentare del terzo a causa di un giro non certo perfetto con gomme morbide.

"Stamattina abbiamo provato in condizioni molto simili a quelle che avevamo trovato nei test e infatti siamo riusciti ad andare subito forte, ci ha aiutato, abbiamo fatto gli stessi tempi e non abbiamo dovuto adattarci alle condizioni. Siamo stati subito veloci, come mi aspettavo".

"Questo pomeriggio abbiamo portato avanti le gomme di stamattina. In pochi abbiamo fatto questo e il passo era buono. In questo momento sembra che io, Lorenzo e Marquez abbiamo un passo molto simile, ma domani sarà una giornata molto importante per riuscire a fare un piccolo passo avanti che potrà fare la differenza in gara".

Dovizioso si è detto immediatamente soddisfatto della velocità della sua Ducati, tanto da lavorare strettamente sulla durata della gomma posteriore - chiave anche di questo fine settimana di gara - senza compromettere le prestazioni.

Leggi anche:

"Dal punto di vista della velocità non dobbiamo cercare nulla. Dobbiamo lavorare solo in ottica gara, cercando di preservare la gomma posteriore più che possiamo. E' complicato, ma è un lavoro che si fa in tutte le piste, soprattutto qui ad Aragon perché il consumo della gomma è elevato. Si perde prestazione molto facilmente, per questo ci dobbiamo concentrare su quello".

"Oggi abbiamo lavorato molto concentrandoci sulla gomma anteriore, perché nei test abbiamo girato solo alla mattina e non abbiamo fatto in tempo a provare tutte le soluzioni. Lo abbiamo fatto oggi per avere la situazione sotto controllo. Questa non è ancora chiara, ma siamo stati veloci in tutte le condizioni. Dovremo però migliorare ancora un po'".

"Se dovessimo correre domani, dunque nelle condizioni attuali, per almeno metà gara ci sarebbe un gruppetto formato da un buon numero di piloti nelle prime posizioni. Ho visto veloce Petrucci, ma anche altri piloti molto veloci con le gomme nuove. Poi però le cose potrebbero cambiare".

"Desmodovi" ha infine fatto una breve analisi sulle differenze tra Ducati e Honda sul tracciato di Aragon, pista che spesso ha esaltato le caratteristiche delle RC213V e che quest'anno vede le Rosse decisamente più vicine alle moto del colosso giapponese.

"Penso che le Honda siano ancora meglio di noi in percorrenza di curva, sono più veloci, dunque in certe curve lunghe ma anche nei tornanti e nelle curve lente hanno un certo vantaggio. In altre noi abbiamo una miglior trazione e nei rettilinei abbiamo un po' di vantaggio. Il nostro passo è molto simile, ma le cose possono cambiare domani perché avremo un'altra giornata di prove sull'asciutto. Dipenderà tutto da piccoli dettagli".

Prossimo articolo MotoGP
Valentino rassegnato: "Escluso un miracolo, non credo che riusciremo a vincere quest'anno"

Articolo precedente

Valentino rassegnato: "Escluso un miracolo, non credo che riusciremo a vincere quest'anno"

Articolo successivo

Marquez: "Ho scoperto alcuni dei problemi della Yamaha"

Marquez: "Ho scoperto alcuni dei problemi della Yamaha"
Carica i commenti