MotoGP
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
15 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
29 giorni

Dovizioso: "Farla valere una vittoria è troppo, ma che rimonta!"

condividi
commenti
Dovizioso: "Farla valere una vittoria è troppo, ma che rimonta!"
Di:
22 set 2019, 14:37

Il pilota della Ducati è stato bravissimo a rimontare dal decimo posto in griglia al secondo gradino del podio di Aragon, lavorando per la gara per tutto il weekend e disputando una gara molto intelligente dal punto di vista strategico.

Nelle ultime settimane abbiamo sentito Andrea Dovizioso ripetere che quando le cose non girano, l'unica cosa da fare è rimanere calmi e lavorare per tirare fuori il massimo. Probabilmente il weekend di Aragon è quello che esprime meglio di tutti il concetto espresso dal pilota della Ducati.

Dopo una qualifica disastrosa, chiusa in decima posizione, ed una partenza altrettanto poco brillante, il forlivese ha infatti sfoderato una bellissima rimonta fino al secondo posto. Il lavoro in ottica gara fatto sulla sua Desmosedici GP ha dato i suoi frutti, inoltre Andrea ha dimostrato ancora una volta un'intelligenza tattica che ha pochi eguali in MotoGP.

"Farla valere come una vittoria è troppo, ma nella MotoGP di oggi partendo così indietro, soprattutto su una pista come Aragon che mangia le gomme, pensavo che fosse veramente difficile. Ci volevo credere, ci volevo sperare in quello che ho fatto, ed ero pronto" ha detto "Desmodovi" dopo la gara.

 

"Questo è quello che ha fatto la differenza, perché sono riuscito a sfruttare quello che è successo nei primi giri. Quando si sono toccati Morbidelli e Rins ho avuto la mia chance. La moto ha funzionato meglio che nelle prove, perché abbiamo azzeccato una piccola modifica".

Il ducatista poi ha spiegato quale sia stata la sua lettura fondamentale: "La scelta giusta però è stata non spingere troppo con la gomma dietro, perché la gara è lunga e il calo è grande per tutti. Sono riuscito ad andare sempre forte usando la gomma davanti e sfruttando la nostra frenata".

"Io ho mantenuto l'1'49" basso fino alla fine, sono stati Miller e Vinales che hanno calato il ritmo. Maverick faceva una gran fatica in accelerazione nelle curve a sinistra, noi un pelino di più a destra. Non ho mai abusato, semplicemente mi sono messo nella posizione giusta ed ero pronto quando gli altri sono calati. E' una grande soddisfazione, perché siamo stati bravi a recuperare da una posizione così in griglia".

Il problema però è sempre il solito: quel missile con il #93 che porta il nome di Marc Marquez. Il pilota della Honda non ha avuto praticamente rivali oggi. E bisogna dire che Dovizioso è stato molto onesto quando gli è stato domandato se ritiene che lo spagnolo quest'anno fosse imbattibile o se c'è qualche rammarico.

"Io non sono uno che trova scuse e non voglio cominciare adesso. Ma in campionato quando arrivano degli zero gratis, che non dipendono da te, condizionano tutto. Fino a Barcellona eravamo dietro, ma vicini. L'incidente lì ci ha tagliato le gambe e comunque non siamo stati vicini a Marc come l'anno scorso".

"Ce la siamo giocata con lui solo a sprazzi nella parte centrale della stagione, poi è arrivata anche la caduta di Silverstone. Ma non voglio dire che senza i due incidenti me la sarei giocata con Marc, perché gli siamo arrivati davanti solo in Austria. Questa è la realtà e dobbiamo migliorare certi aspetti che conosciamo. Ma nessuno sta riuscendo a battere Marc, quindi dobbiamo trovare delle soluzioni".

Leggi anche:

In Thailandia Marquez avrà il primo match point iridato e Andrea proverà sicuramente a bloccarglielo, anche se ha ammesso che lo vede piuttosto complicato in questo momento.

"E' molto difficile, ma niente è impossibile, quindi ci proviamo fino alla fine. Qui non siamo arrivati con troppo ottimismo e le prove non erano andate benissimo, ma alla fine siamo arrivati secondi e questa è la prova che noi non molliamo mai. Capiamo abbastanza quello che sta succedendo e lavorando con calma, in gara riusciamo a portare a casa quasi sempre il massimo".

Avere un rivale forte come Marquez non è semplice, ma per Dovizioso correre con due moto differenti non mette la stessa pressione di quando divideva il box della Ducati con Jorge Lorenzo.

"Non è questo quello che mi fa vivere la cosa in maniera peggiore in questo momento. Se prendessi paga così con la stessa moto, sarebbe pesante. Con questo non voglio dire che la sua moto sia migliore della mia, ma siamo in una situazione diversa. Non è la stessa situazione che c'era con Lorenzo negli ultimi due anni, quando chi arrivava davanti era il più bravo perché avevamo lo stesso materiale".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Scorrimento
Lista

Il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, secondo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team

Il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, secondo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, secondo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team, terzo classificato Jack Miller, Pramac Racing

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, secondo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team, terzo classificato Jack Miller, Pramac Racing
5/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, secondo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team, terzo classificato Jack Miller, Pramac Racing

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, secondo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team, terzo classificato Jack Miller, Pramac Racing
6/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
16/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
17/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
18/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
19/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Articolo successivo
Espargaro: "Senza i problemi all'inizio avrei lottato con le Yamaha"

Articolo precedente

Espargaro: "Senza i problemi all'inizio avrei lottato con le Yamaha"

Articolo successivo

Vinales: "Non avevo alcuna possibilità con le Ducati sul dritto"

Vinales: "Non avevo alcuna possibilità con le Ducati sul dritto"
Carica i commenti