Un ultimo saluto carico d'emozione per Jason Dupasquier

Centinaia di appassionati si sono riuniti intorno alla chiesa di Saint-Pierre-aux-Liens nella città svizzera di Bulle per il funerale dello sfortunato pilota di Moto3 Jason Dupasquier.

Un ultimo saluto carico d'emozione per Jason Dupasquier

Jason Dupasquier è stato sepolto martedì, al seguito di quello che è stato un enorme tributo. Il funerale del pilota di Moto3, morto in seguito ad un incidente avvenuto al Mugello, si è svolto in Svizzera, nella sua parrocchia natale di Bulle, nel cantone di Friburgo.

Davanti alla chiesa di Saint-Pierre-aux-Liens c'è un cartello con la scritta "sempre nei nostri cuori", che il team Prustel GP ha esposto durante il minuto di silenzio prima della gara della MotoGP al Mugello.

Questo poster è stato successivamente firmato da tutti i piloti e dai membri del paddock. A causa delle restrizioni legate al Coronavirus, solo 300 persone hanno potuto avere accesso alla chiesa, con un invito da parte della famiglia.

Il team principal Florian Prustel è stato uno dei partecipanti, ma erano presenti anche Jorge Viegas, Dani Pedrosa, Thomas Luthi, Dominique Aegerter, Jesko Raffin, Daniel Epp e numerose altre personalità del motorsport elvetico.

 

Fuori dalla chiesa, centinaia di persone hanno assistito alla cerimonia attraverso il sistema di altoparlanti. La cerimonia è stata seguita da un'impressionante processione. Fino a 500 moto hanno seguito il carro funebre fino al cimitero di Sorens, il villaggio natale di Dupasquier, dove è stato sepolto.

"Eravamo semplicemente uniti da una passione comune", ha detto Luthi, intimo amico e mentore del 19enne, secondo quanto riportato da Blick.ch. "Ci allenavamo spesso insieme avevamo eventi di sponsorizzazione insieme".

"Sono stato felice di vedere che stava andando bene in campionato. Ho visto quanto duramente aveva lavorato per questo. E' molto difficile arrivare dove era arrivato lui per un pilota svizzero. Tutto il resto continua ad essere incomprensibile ed incredibile. Ci vorrà del tempo per elaborare tutto. Ma anche così, si deve andare avanti".

La procura di Firenze sta tenendo aperto un fascicolo per omicidio colposo per indagare sulla morte di Jason Dupasquier nel tragico incidente avvenuto durante le qualifiche del Gran Premio d'Italia di Moto3.

condividi
commenti
Moto3: congelato lo sviluppo fino al termine del 2023

Articolo precedente

Moto3: congelato lo sviluppo fino al termine del 2023

Articolo successivo

Moto3: il numero 50 di Dupasquier sarà ritirato al Sachsenring

Moto3: il numero 50 di Dupasquier sarà ritirato al Sachsenring
Carica i commenti