Sul bagnato, Danny Kent all'ultimo secondo

Sul bagnato, Danny Kent all'ultimo secondo

Il britannico passa in testa sotto la bandiera a scacchi battendo il compagno di squadra Arthur Sissis

Piove e fa freddo a Silverstone, con l'aria che arriva a malapena a 13° e l'asfalto a 14°, ed allora sono i piloti locali a giocare di questo tipico British weather. Infatti è stato Danny Kent a far segnare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone. Il pilota della KTM ha fatto registrare nel suo ultimo passaggio sotto la bandiera a scacchi un tempo di 2'37"401, oltre sei decimi più rapido di quello del suo compagno di squadra Arthur Sissis, che aveva comandato fino a quel momento prima di scivolare nel finale. Terza posizione per Efren Vázquez, un decimo dietro all'australiano. Ancora una KTM del Team Ajo in quarta piazza, col leader del campionato Sandro Cortese che pare aver recuperato dall'infortunio alla mano subito nella precedente prova mondiale, poi segue il vincitore di Le Mans Louis Rossi. Sesta posizione per il centauro della IodaRacing Project Jonas Folger. Simone Grotzkyj è il primo degli italiani, settimo con la Suter-Honda della Ambrogio Next Racing, seguito da Maverick Viñales, Miguel Oliveira e Jasper Iwema, anche lui caduto negli ultimi secondi, che chiude la top 10. Diverse le cadute (tutte senza conseguenze) dovute all'asfalto viscido, che hanno visto protagonista anche il nostro Romano Fenati dopo soli 5 giri. Da citare anche quelle di Alexis Masbou e Danny Webb. Scivolate anche per Zulfahmi Khairuddin e Niccolò Antonelli, che però sono stati subito in grado di riprendere la piosta

Moto3 - Silverstone - Prove Libere 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto3
Piloti Danny Kent
Articolo di tipo Ultime notizie