Rabat domina in Argentina e scappa nel Mondiale

Rabat domina in Argentina e scappa nel Mondiale

Seconda vittoria in tre gare e +28 su Kallio, mentre Vinales si ritira. Sul podio Simeon e Salom, con Corsi quinto

Esteve Rabat non ha avuto avversari nel Gp d'Argentina classe Moto2. Il pilota spagnolo del Team Marc VDS ha fatto capire di voler dare subito una bella spallata al Mondiale ed è andato a prendersi di forza la seconda vittoria stagionale in tre gare. Scattato benissimo dalla pole position, "Tito" si è portato immediatamente al comando e poi ha iniziato ha martellare un ritmo forsennato, con cui ha immediatamente aperto una forbice importante tra la sua Kalex ed il gruppetto degli inseguitori, involandosi solitario verso un successo importante in ottica campionato, complice anche il ritiro del vincitore di Austin, Maverick Vinales, caduto nelle primissime fasi. Ora infatti sono già 28 i suoi punti di vantaggio sul diretto inseguitore, che è il compagno di squadra Mika Kallio, oggi settimo. L'unico che ha provato ad andare a riprenderlo è stato Xavier Simeon, che nella parte centrale della corsa è stato davvero velocissimo con la Suter del Team Gresini. Ormai però Rabat era troppo lontano e quindi ad un certo punto il pilota belga ha tirato i remi in barca, preferendo portare a casa il suo miglior risultato in carriera in Moto2 con il secondo posto, che in parte vendica anche il ritiro di Austin, dove era stato a lungo in testa alla gara. Molto bella la lotta per la terza posizione che ha animato l'ultima parte di gara. Fino a tre giri dal termine c'era Simone Corsi al comando di questo trenino, ma poi purtroppo l'italiano del Forward Racing si è dovuto arrendere agli attacchi di Luis Salom, che quindi ha portato a casa il suo primo podio nella classe di mezzo, e Dominique Aegerter, autore di una grande rimonta dal 16esimo posto in griglia. Alle spalle di Corsi, in sesta piazza, c'è il sammarinese Alex De Angelis, che vedeva da vicino il gruppetto che lottava per il podio, ma non è riuscito a fare lo step necessario per andare a riprenderlo. Detto poi del settimo posto di Kallio, alle sue spalle c'è Sam Lowes, autore davvero di una grande risalita dalle parti più basse della griglia. Primi punti in Moto2 per Franco Morbidelli, bravo a portare la sua Kalex del Team Italtrans in 13esima posizione, davanti a piloti del calibro di Nico Terol, Takaaki Nakagami e Johann Zarco, inspiegabilmente 18esimo dopo aver preso il via dalla prima fila dello schieramento. Prima volta al traguardo anche per Lorenzo Baldassarri, che però si è dovuto accontentare del 28esimo posto, mentre Mattia Pasini è stato costretto al ritiro dopo appena poche curve per la rottura del motore della sua Forward KLX.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Xavier Simeon , Tito Rabat , Luis Salom
Articolo di tipo Ultime notizie