Rabat: "Domani proverò a vincere come sempre"

Il poleman non vuole cambiare il suo approccio, anche se in Australia potrebbe già diventare campione

Rabat:

Nove pole position: tante sono quelle che Esteve Rabat è arrivato a mettere insieme in questa stagione con quella ottenuta oggi a Phillip Island. Un risultato di un certo peso se si pensa che domani il portacolori della Marc VDS avrà la sua prima chance per provare a laurearsi campione del mondo della Moto2. "Tito" comunque per ora sembra concentrato solo sul Gp d'Australia e poco disposto a fare calcoli.

"Sono contentissimo di aver fatto la pole oggi. Fino ad ora abbiamo vissuto un weekend praticamente perfetto. Domani sarà importante sfruttare la pole e provare a partire bene e ad essere veloce fin dai primi giri. Sono sicuro che abbiamo tutto per fare bene" ha detto lo spagnolo.

Quando poi gli è stato appunto chiesto se domani terrà una strategia particolare, pensando principalmente a staccare di altri 12 punti il compagno Mika Kallio (quelli che servono per chiudere i giochi), Rabat è stato molto chiaro: "Quella di domani è una gara particolare. Sicuramente è importante il campionato, ma non voglio cambiare il mio approccio: proverò a vincere come sempre, dando il 100% e pensando solo a fare una bella corsa".

Nel finale della sessione le telecamere lo hanno inquadrato spesso a toccarsi la mano destra. Fortunatamente è arrivata la conferma che comunque non si trattava di un problema fisico, quanto di abbigliamento: "Non c'è alcun problema alla mano per fortuna. Avevo solamente il guanto che mi dava fastidio, ma quello si può sempre cambiare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie