W Series
G
Le Castellet
25 giu
Prossimo evento tra
113 giorni
G
Spielberg
02 lug
Prossimo evento tra
120 giorni
Moto3
G
Losail
28 mar
Prove Libere 1 in
23 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
29 giorni
Moto2
G
Losail
28 mar
Prove Libere 1 in
23 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
29 giorni
Formula E
10 apr
Prossimo evento tra
37 giorni
Formula 1 IndyCar
G
GP di Indianapolis Gara 1
14 mag
Prossimo evento tra
71 giorni
28 mag
Prossimo evento tra
85 giorni
MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
23 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
29 giorni
WRC
26 feb
Evento concluso
22 feb
Prossimo evento tra
49 giorni

Daytona: Cadillac e Corvette vincono la Qualifying Race

Grande rimonta di Nasr-Derani che battono la Mazda, mentre le Acura sono in Top5. In LMP2 festeggia la PR1 Mathiasen nell'amarezza di Cetilar Racing, LMP3 dominata da Muehlner. In GTLM è subito doppietta Corvette, la BMW-Turner sorride nel caos GTD.

Daytona: Cadillac e Corvette vincono la Qualifying Race

Cadillac, Corvette e BMW si sono aggiudicate il successo nella Qualifying Race della Roar Before the 24 sul tracciato di Daytona, guadagnandosi la Pole Position per la 24h che la prossima settimana aprirà ufficialmente la stagione 2021 dell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

La pioggia che ha inondato d'acqua il tracciato della Florida, unita alle solite grandi bagarre che caratterizzano il campionato a stelle e strisce hanno regalato spettacolo ed emozioni per tutti i 100' di corsa, che andiamo a riassumere in ogni categoria

DPi: riscatto Cadillac con Nasr e Derani

Felipe Nasr e Pipo Derani trionfano in rimonta con un grandissimo ritmo, riscattandosi dalla penalità che aveva visto la Cadillac #31 dell'Action Express Racing retrocedere in fondo alla griglia DPi per essere risultata sottopeso dopo la Qualifica di sabato.

Fin dalle prime battute le emozioni si sono sprecate, con il poleman Oliver Jarvis che ha subito cercato di spingere al volante della Mazda #55, ma venendo passato dall'ottimo Kevin Magnussen, che era al debutto sulla Cadillac #01.

Nelle prime fasi la corsa è stata neutralizzata per ben due volte e qui l'errore più grosso l'hanno commesso proprio al muretto della Chip Ganassi Racing perché anziché richiamare Magnussen per il pit-stop, hanno lasciato il danese fuori a guidare il gruppo dietro alla Safety Car.

Gli altri invece sono tutti rientrati, per altro montando le gomme slick visto che la pista andava ad asciugarsi sfruttando anche i raggi di sole che cominciavano a farsi largo tra i nuvoloni neri.

Alla seconda ripartenza "K-Mag" è diventato facile preda per tutti e la sosta tardiva ha relegato lui e il suo compagno Renger Van Der Zande al settimo posto, ultimo della Classe.

Nel frattempo Nasr si è fatto largo superando pian piano tutti quelli che aveva davanti. L'ultima vittima in sequenza del brasiliano è stato Tristan Vautier, che alla fine si è ritrovato addirittura a chiudere terzo assieme a Loic Duval con il quale condivideva il volante della Cadillac #5 della JDC-Miller Motorsports.

Il francese nell'ultima parte ha combattuto a lungo con i rivali (le Acura specialmente), dovendo cedere anche ad Harry Tincknell, il quale porta la Mazda #55 in piazza d'onore e quindi in prima fila per la 24h.

Ai piedi del podio ci sono invece le Acura di Olivier Pla/Dane Cameron (#60 Meyer Shank Racing) e Ricky Taylor/Filipe Albuquerque (#10 Wayne Taylor Racing), che alla fine non hanno sfigurato considerando le difficoltà dei rispettivi team nel preparare le ARX-05 per la prima volta.

Chiude invece sesta la Cadillac #48 di Jimmie Johnson e Kamui Kobayashi: in casa AXR-Ally si può essere soddisfatti dell'esordio del pilota NASCAR, così come del miglior crono segnato dal giapponese nel finale di gara che fa ben sperare per l'evento del prossimo weekend.

#31 Whelen Engineering Racing Cadillac DPi, DPi: Chase Elliott, Mike Conway, Felipe Nasr, Pipo Derani

#31 Whelen Engineering Racing Cadillac DPi, DPi: Chase Elliott, Mike Conway, Felipe Nasr, Pipo Derani

Photo by: Michael L. Levitt / Motorsport Images

LMP2: finale PR1, che amarezza per la Dallara-Cetilar

Grandissima battaglia per la vittoria in Classe LMP2 che alla fine va alla PR1 Mathiasen Motorsports con la Oreca #52 di Mikkel Jensen e Ben Keating.

Il danese ha dovuto recuperare terreno dopo che il suo compagno di squadra aveva dovuto scontare un Drive Through per una infrazione commessa in griglia, arrivando negli ultimi 10' da infarto a battagliare con la Dallara della Cetilar Racing guidata da Antonio Fuoco.

Il ragazzo di AF Corse aveva ereditato il volante della P217 #47 dall'ottimo Roberto Lacorte, salito secondo nelle fasi di pista bagnata con un gran bel ritmo. Fuoco è balzato al comando dopo la seconda girandola di soste e ha cercato di chiudere la porta a Jensen in tutti i modi, ma alla curva 3 il rivale l'ha infilato prendendo il comando per gli ultimissimi giri e tagliando il traguardo per primo.

Fuoco è invece incappato nella beffa di un problema che lo ha costretto a rientrate in pit-lane fra lo sconforto dei box Cetilar, terminando con un sesto posto che non rende merito a quanto fatto dal team italiano.

Il secondo va in rimonta a Ferdinand Habsburg/Dennis Andersen con la Oreca #20 della High Class Racing, seguiti dalla #8 di Gabriel Aubry/John Farano (Tower Motorsports by Starworks).

Un bel recupero lo compiono anche Frits Van Eerd/Giedo Van Der Garde, quarti sulla Oreca #29 del Racing Team Nederland, mentre masticano sicuramente amaro Steven Thomas/Tristan Nunez (#11 WIN Autosport) ed Eric Lux/Devlin DeFrancesco (#82 DragonSpeed), le cui Oreca se l'erano giocata per il primato nella metà iniziale.

#52 PR1 Mathiasen Motorsports ORECA LMP2 07, LMP2: Mikkel Jensen, Ben Keating

#52 PR1 Mathiasen Motorsports ORECA LMP2 07, LMP2: Mikkel Jensen, Ben Keating

Photo by: Michael L. Levitt / Motorsport Images

LMP3: dominio della Duqueine-Muehlner

Moritz Kranz e Laurents Hoerr hanno svettato senza troppi patemi con la Duqueine M30-D08 #6 del team Muehlner Motorsports America.

Rasmus Lindh al volante della Ligier #38 della Performance Tech Motorsports si era portato al comando al via, ma dopo la seconda ripartenza ha ceduto strada a Kranz, che poi è scappato via. Lo svedese è poi scivolato indietro terminando quinto in coppia con Cameron Cassels.

Alla fine sul podio vanno la Duqueine #7 della Forty7 Motorsports con sopra Ryan Norman/Mark Kvamme e la Ligier #33 di Lance Willsey/Joao Barbosa (Sean Creech Motorsport).

#6 Muehlner Motorsports America Duqueine M30-D08, LMP3: Moritz Kranz, Laurents Hoerr

#6 Muehlner Motorsports America Duqueine M30-D08, LMP3: Moritz Kranz, Laurents Hoerr

Photo by: Michael L. Levitt / Motorsport Images

GTLM: doppietta Corvette senza sbavature

Le Corvette C8.R di Nick Tandy/Alex Sims (#4) e Jordan Taylor/Nicky Catsburg (#3) regalano al team di Chevrolet la prima doppietta dell'anno grazie ad una Q.Race priva di errori.

Le BMW M8 di Marco Wittmann/Augusto Farfus (#24) e Timo Glock/Philipp Eng (#25) sono retrocesse strada facendo, con Farfus che addirittura ha visto sfumare il potenziale podio per un pit-stop aggiuntivo a causa di forti vibrazioni su una gomma.

In Top3 sale così la Porsche 911 RSR-19 #79 della WeatherTech Racing condotta da Cooper MacNeil e Kévin Estre, i quali erano stati gli ultimi ad effettuare la seconda sosta perdendo un po' di terreno.

In casa Ferrari ci si lecca le ferite perché dopo un buon avvio di Alessandro Pier Guidi, le speranze di un buon risultato per la 488 #62 di Risi Competizione si sono volatilizzate in un testacoda commesso da James Calado in uscita dalla corsia box.

Il britannico probabilmente si è fatto fregare dall'asfalto ancora umido percorso con gomme slick, chiudendo con un quarto posto veramente mesto.

#4 Corvette Racing Corvette C8.R, GTLM: Tommy Milner, Nick Tandy, Alexander Sims

#4 Corvette Racing Corvette C8.R, GTLM: Tommy Milner, Nick Tandy, Alexander Sims

Photo by: Art Fleischmann

GT Daytona: zampata di Auberlen

La Wright Motorsport ha dovuto cambiare il telaio della Porsche 911 GT3 R #16 a causa di un incidente nelle ultime prove di sabato, dunque anziché dalla Pole è scattata dal fondo.

In questa categoria è successo veramente di tutto, partendo dall'incidente che ha visto Christina Nielsen (Porsche #88 - Team Hardpoint EBM) finire contro le barriere della "Bus-Stop" per via di una toccata nel traffico e causando la seconda Safety Car, proprio nel momento in cui si ripartiva dopo il primo Full Course Yellow, derivato da una carambola fra LMP3 e un paio di testacoda della LMP2 di Dwight Merriman.

Fra l'altro sono arrivate penalità per NTE Sport (Drive Through per cambio pilota fuori tempo massimo prima del via), Sun Energy 1, Vasser Sullivan Racing, TF Sport, Magnus with Archangel, Alegra, Scuderia Corsa e Wright (Stop&Go di 3'56" per infrazioni in regime di FCY) a rimescolare ancor di più le carte.

Grande sfortuna anche per la Ferrari #21 di AF Corse con Niklas Nielsen al volante, che ha visto afflosciarsi la posteriore sinistra al giro 16 finendo ultima del lotto; un peccato perché l'esordiente Simon Mann in avvio era stato molto prudente e aveva trovato un buon ritmo.

Fuori subito Madison Snow con la Lamborghini Huracan #1 della Paul Miller Racing, le speranze del Toro di Sant'Agata Bolognese sono passate nella Huracan #111 di Rolf Ineichen/Mirko Bortolotti (GRT), che dopo un periodo in testa hanno concluso con il terzo posto.

Fra i vari avvicendamenti al vertice la spunta il vecchio volpone Bill Auberlen al volante della BMW #96 della Turner Motorsport condivisa con Robby Foley, precedendo la Porsche #9 della Pfaff Motorsport affidata a Zacharie Robichon/Laurens Vanthoor.

In Vasser Sullivan, penalizzata la Lexus #12 (anche una seconda volta per velocità limite superata in pit-lane), si può sorridere per il bel recupero della #14 di Aaron Telitz/Oliver Gavin fino al quarto posto, davanti alla Mercedes #57 di Russell Ward/Philip Ellis (Winward Racing).

Pure qui la Ferrari finisce all'angolo perché oltre alla jella per la foratura della #21, la #63 di Brett Curtis/Ed Jones (Scuderia Corsa) è settima.

#96 Turner Motorsport BMW M6 GT3, GTD: Robby Foley, Bill Auberlen, Aidan Read, Colton Herta

#96 Turner Motorsport BMW M6 GT3, GTD: Robby Foley, Bill Auberlen, Aidan Read, Colton Herta

Photo by: Art Fleischmann

Cla Classe Num Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco Ritirato Pit stop Punti
1 DPi 31 Brazil Felipe Nasr
United Kingdom Mike Conway
Brazil Pipo Derani
United States Chase Elliott
Cadillac DPi 51 1:41'06.688 3
2 DPi 55 United Kingdom Oliver Jarvis
United Kingdom Harry Tincknell
United States Jonathan Bomarito
Mazda DPi 51 1:41'10.352 3.664 3.664 2
3 DPi 5 France Tristan Vautier
France Loïc Duval
France Sébastien Bourdais
Cadillac DPi 51 1:41'11.315 4.627 0.963 3
4 DPi 60 United States Dane Cameron
France Olivier Pla
Colombia Juan Pablo Montoya
United States A.J. Allmendinger
Acura DPi 51 1:41'13.683 6.995 2.368 4
5 DPi 10 United States Ricky Taylor
Portugal Filipe Albuquerque
United States Alexander Rossi
Brazil Helio Castroneves
Acura DPi 51 1:41'15.685 8.997 2.002 3
6 DPi 48 United States Jimmie Johnson
Japan Kamui Kobayashi
France Simon Pagenaud
Germany Mike Rockenfeller
Cadillac DPi 51 1:41'26.673 19.985 10.988 2
7 DPi 01 Netherlands Renger van der Zande
Denmark Kevin Magnussen
New Zealand Scott Dixon
Sweden Marcus Ericsson
Cadillac DPi 51 1:42'21.522 1'14.834 54.849 2
8 LMP2 52 United States Ben Keating
Denmark Mikkel Jensen
United States Scott Huffaker
France Nicolas Lapierre
ORECA LMP2 07 51 1:42'40.486 1'33.798 18.964 5
9 LMP2 20 Denmark Dennis Andersen
Austria Ferdinand Habsburg-Lothringen
Denmark Anders Fjordbach
Poland Robert Kubica
ORECA LMP2 07 50 1:41'11.302 1 Lap 1 Lap 2
10 LMP2 8 Canada John Farano
France Gabriel Aubry
France Timothé Buret
France Matthieu Vaxivière
ORECA LMP2 07 50 1:41'16.019 1 Lap 4.717 3
11 LMP2 29 Netherlands Frits van Eerd
Netherlands Giedo van der Garde
Netherlands Job Van Uitert
France Charles Milesi
ORECA LMP2 07 50 1:41'18.779 1 Lap 2.760 2
12 LMP2 81 United States Rob Hodes
Canada Garrett Grist
Netherlands Rinus van Kalmthout
United Kingdom Ben Hanley
ORECA LMP2 07 50 1:41'55.207 1 Lap 36.428 4
13 LMP2 47 Italy Roberto Lacorte
Italy Antonio Fuoco
Italy Andrea Belicchi
Italy Giorgio Sernagiotto
Dallara LMP2 50 1:42'43.841 1 Lap 48.634 3
14 LMP2 18 United States Dwight Merriman
United Kingdom Kyle Tilley
United Kingdom Ryan Dalziel
France Paul-Loup Chatin
ORECA LMP2 07 49 1:41'36.391 2 Laps 1 Lap 3
15 LMP2 51 United States Cody Ware
Turkey Salih Yoluç
United States Austin Dillon
France Mathieu Jaminet
Ligier LMP2 49 1:42'21.801 2 Laps 45.410 2
16 GTLM 4 United Kingdom Nick Tandy
United Kingdom Alexander Sims
United States Tommy Milner
Corvette C8.R 49 1:42'24.533 2 Laps 2.732 4
17 GTLM 3 United States Jordan Taylor
Netherlands Nick Catsburg
Spain Antonio García
Corvette C8.R 49 1:42'36.587 2 Laps 12.054 3
18 GTLM 79 United States Cooper MacNeil
France Kevin Estre
Austria Richard Lietz
Italy Gianmaria Bruni
Porsche 911 RSR - 19 49 1:42'47.214 2 Laps 10.627 3
19 LMP2 82 United States Eric Lux
Canada Devlin DeFrancesco
Germany Fabian Schiller
Germany Christopher Mies
ORECA LMP2 07 48 1:41'09.227 3 Laps 1 Lap 4
20 LMP2 11 Thomas Steven
United States Tristan Nunez
Thomas Merrill
United Kingdom Matthew Bell
ORECA LMP2 07 48 1:41'24.150 3 Laps 14.923 4
21 GTLM 62 United Kingdom James Calado
Italy Alessandro Pier Guidi
France Jules Gounon
Italy Davide Rigon
Ferrari 488 GTE 48 1:41'40.888 3 Laps 16.738 2
22 GTD 96 United States Bill Auberlen
United States Robby Foley
Australia Aidan Read
United States Colton Herta
BMW M6 GT3 48 1:41'55.399 3 Laps 14.511 4
23 GTD 9 Canada Zacharie Robichon
Belgium Laurens Vanthoor
Germany Lars Kern
Australia Matt Campbell
Porsche 911 GT3 R 48 1:41'59.823 3 Laps 4.424 3
24 GTD 111 Switzerland Rolf Ineichen
Italy Mirko Bortolotti
Netherlands Steijn Schothorst
Italy Marco Mapelli
Lamborghini Huracan GT3 48 1:42'08.745 3 Laps 8.922 3
25 GTLM 25 Austria Philipp Eng
Germany Timo Glock
United States Connor de Phillippi
Canada Bruno Spengler
BMW M8 GTE 48 1:42'15.606 3 Laps 6.861 3
26 GTD 14 United States Aaron Telitz
United Kingdom Oliver Gavin
United States Kyle Kirkwood
United Kingdom Jack Hawksworth
Lexus RC F GT3 48 1:42'17.415 3 Laps 1.809 3
27 LMP3 6 Moritz Kranz
Hoerr Laurents
Duqueine M30-D08 48 1:42'17.735 3 Laps 0.320 3
28 GTD 57 United States Russell Ward
United Kingdom Philip Ellis
Netherlands Indy Dontje
Germany Maro Engel
Mercedes-AMG GT3 48 1:42'45.016 3 Laps 27.281 3
29 GTD 19 Canada Mikhail Goikhberg
France Franck Perera
Spain Albert Costa
Germany Tim Zimmermann
Lamborghini Huracan GT3 48 1:42'45.555 3 Laps 0.539 2
30 GTD 23 United Kingdom Ian James
Canada Roman Angelis
United Kingdom Darren Turner
United Kingdom Ross Gunn
Aston Martin Vantage GT3 47 1:41'09.273 4 Laps 1 Lap 3
31 LMP3 7 United States Mark Kvamme
United States Ryan Norman
Colombia Gabby Chaves
Charles Finelli
Duqueine M30-D08 47 1:41'25.306 4 Laps 16.033 1
32 GTLM 24 Brazil Augusto Farfus
Germany Marco Wittmann
United States John Edwards
Finland Jesse Krohn
BMW M8 GTE 47 1:41'36.434 4 Laps 11.128 4
33 LMP3 54 United States Jon Bennett
United States George Kurtz
United States Colin Braun
United States Matt McMurry
Ligier JS P320 47 1:42'17.180 4 Laps 40.746 1
34 GTD 63 United Arab Emirates Ed Jones
United States Bret Curtis
Australia Ryan Briscoe
Brazil Marcos Gomes
Ferrari 488 GT3 47 1:42'44.730 4 Laps 27.550 5
35 GTD 16 United States Ryan Hardwick
United States Patrick Long
Belgium Jan Heylen
Austria Klaus Bachler
Porsche 911 GT3 R 47 1:42'44.844 4 Laps 0.114 4
36 GTD 12 United States Robert Megennis
United States Zach Veach
United States Townsend Bell
United States Frankie Montecalvo
Lexus RC F GT3 46 1:41'16.441 5 Laps 1 Lap 4
37 GTD 75 Australia Kenny Habul
Italy Raffaele Marciello
Canada Mikael Grenier
Germany Luca Stolz
Mercedes-AMG GT3 46 1:42'28.687 5 Laps 1'12.246 3
38 GTD 44 United States John Potter
United States Andy Lally
United States Spencer Pumpelly
Germany Mario Farnbacher
Acura NSX GT3 45 1:41'07.590 6 Laps 1 Lap 3
39 GTD 97 United States Maxwell Root
Ireland Charlie Eastwood
United States Ben Keating
United Kingdom Richard Westbrook
Aston Martin Vantage GT3 45 1:41'13.174 6 Laps 5.584 3
40 GTD 88 United States Rob Ferriol
New Zealand Earl Bamber
United Kingdom Katherine Legge
Denmark Christina Nielsen
Porsche 911 GT3 R 45 1:41'28.614 6 Laps 15.440 5
41 GTD 28 Canada Daniel Morad
United States Michael Quesada
United States Billy Johnson
Maxi Buhk
Mercedes-AMG GT3 45 1:41'34.393 6 Laps 5.779 4
42 GTD 21 Mann Simon
Denmark Nicklas Nielsen
Brazil Daniel Serra
Italy Matteo Cressoni
Ferrari 488 GT3 44 1:42'29.693 7 Laps 1 Lap 4
43 dnf LMP3 33 Lance Willsey
Portugal Joao Barbosa
United Kingdom Wayne Boyd
Yann Clairay
Ligier JS P320 30 1:10'33.633 21 Laps 14 Laps Ritirato 4
44 dnf GTD 42 Alan Metni
United States Andrew Davis
United States J.R. Hildebrand
United States Don Yount
Audi R8 LMS GT3 18 47'46.711 33 Laps 12 Laps Ritirato 4
45 dnf LMP3 38 Sweden Rasmus Lindh
Canada Cameron Cassels
LLarena Mateo
Ori Ayrton
Ligier JS P320 13 35'44.919 38 Laps 5 Laps Ritirato
46 dnf LMP3 91 Cox Jim
Murry Dylan
United States Austin McCusker
Netherlands Jeroen Bleekemolen
Ligier JS P320 8 27'43.888 43 Laps 5 Laps Ritirato 3
47 dnf GTD 1 United States Bryan Sellers
United States Madison Snow
United States Corey Lewis
Italy Andrea Caldarelli
Lamborghini Huracan GT3 2 5'35.668 49 Laps 6 Laps Ritirato 2
48 dns LMP3 74 United States Gar Robinson
United States Spencer Pigot
Australia Scott Andrews
United States Oliver Askew
Ligier JS P320 0
49 dns GTD 64 United States Ted Giovanis
Owen Trinkler
United States Hugh Plumb
United States Matt Plumb
Porsche 911 GT3 R 0
condividi
commenti
Daytona Roar: buona qualifica per le Ferrari

Articolo precedente

Daytona Roar: buona qualifica per le Ferrari

Articolo successivo

Daytona Roar: Ferrari ottiene il 4° posto GTLM, sfortuna in GTD

Daytona Roar: Ferrari ottiene il 4° posto GTLM, sfortuna in GTD
Carica i commenti