L'Audi sfiora solamente la prima vittoria al Mugello

L'Audi sfiora solamente la prima vittoria al Mugello

In Toscana sono arrivati due secondi posti, ma le R8 hanno ancora qualche problema di elettronica

La trasferta al Mugello è stata complessivamento la migliore finora della stagione tricolore GT per i colori Audi, con il secondo posto ottenuto sabato da Capello e Zonzini corroborato domenica dal secondo posto di Amici e Mapelli e dal quarto dei compagni di marca.

Ma resta nell'aria qualche rimpianto: il distacco complessivo in pista delle due R8 LMS ultra dai vincitori (sabato la Porsche di Vito Postiglione e Vincenzo Donativi, domenica la BMW di Stefano Comandini ed Andrea Gagliardini) è solo di un secondo e mezzo, e considerando che entrambe le vetture non hanno, specie in gara 2, girato in condizioni ideali per problemi di assetto ed elettronica (rispettivamente Capello-Zonzini e Amici-Mapelli) viene da pensare che il primo successo del 2015 per Audi Sport Italia sia sfuggito veramente di poco.

Il Mugello ha accorciato la classifica generale: i quattro piloti Audi ora sono appaiati al sesto posto con 52 punti a testa, con 19 da recuperarne ai leader della 458 Italia del Team Ombra.

Dindo Capello (pilota Audi R8 LMS ultra n.6): "Sono soddisfatto della posizione finale, sia perché è arrivata nonostante i dieci secondi di handicap sia perchè segue il secondo posto di ieri, ma stavolta non sono soddisfatto della macchina. Praticamente dal primo giro del mio turno ho visto che il posteriore tendeva a coricarsi molto, rendendo la vettura difficile da guidare specie su una pista come questa che ha molti tratti impegnativi. La sensazione è che si sia ripresentato un problema che avevamo avuto in prove libere venerdì e che dobbiamo risolvere per le prossime gare per poter cercare finalmente la prima vittoria".

Emanuele Zonzini (pilota Audi R8 LMS ultra n.6): "Era cominciata bene: anche se abbiamo ripetuto due volte la partenza lanciata ho conservato comunque la mia prima posizione in griglia e mantenuto il comando fino al cambio pilota. All'inizio la vettura andava bene, ma a due o tre giri dalla fine del mio turno sono venuti fuori dei problemi di assetto che poi hanno fatto sudare Dindo per arrivare fino al traguardo senza perdere posizioni. Alla prima curva delle Arrabbiate ho rischiato di perdere la macchina e finire la gara lì, è andata bene ma il rischio è stato grosso, invece abbiamo preso buoni punti per la classifica".

Andrea Amici (pilota Audi R8 LMS ultra n.7): "Un secondo posto così sudato come quello di oggi faccio fatica a ricordarmelo; è stato bello riuscire a stare al comando per qualche giro ma purtroppo pur stringendo i denti e prendendo anche dei rischi nei doppiaggi coi problemi di misfire che continuiamo ad avere non c'era modo di tenere dietro la BMW che poi ha vinto. Peccato perché quando l'elettronica ci dava tregua sono riuscito a fare dei buoni tempi ed anche a riavvicinare la Z4. Certo pensando che in queste condizioni siamo riusciti ad arrivare vicino ai vincitori lascia qualche rimpianto per qualche risultato in più che Marco ed io avremmo potuto ottenere qui e in altre gare".

Marco Mapelli (pilota Audi R8 LMS ultra N.7): "Purtroppo coi problemi di elettronica che da Imola non ci abbandonano la vita in pista non è proprio facile. Fai magari due, tre giri senza che si presentino e riesci a guidare, io ho fatto anche il quarto miglior giro della gara, ma poi salta fuori il misfire e come successo a me quando ti attaccano la McLaren o la BMW puoi fare poco. Non vedo l'ora che salti fuori una soluzione definitiva per poter concretizzare il nostro potenziale e ringrazio Andrea che ha fatto un turno di sofferenza mettendo la firma sul nostro primo secondo posto della stagione".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT Italiano
Piloti Marco Mapelli , Dindo Capello , Andrea Amici , Emanuele Zonzini
Articolo di tipo Ultime notizie