La sindaca di Imola fa la guerra del rumore: Enzo e Dino Ferrari a rischio chiusura?

condividi
commenti
La sindaca di Imola fa la guerra del rumore: Enzo e Dino Ferrari a rischio chiusura?
Di:
23 feb 2019, 10:25

Anziché tutelare l'impianto, Manuela Sangiorgi cerca il consenso elettorale con un più restrittivo protocollo operativo che limiterebbe il rumore, rendendo impossibile organizzare le gare internazionali. I commissari di gara pronti a manifestare in difesa dell'autodromo.

E' una vergogna! L'amministrazione municipale di Imola ha deciso di cavalcare per fini elettorali la "guerra del rumore" all'Enzo e Dino Ferrari. Formula Imola, la società che gestisce l'impianto, ha deciso di abbandonare il tavolo tecnico sull'inquinamento acustico, ritenendo che manchi la totale mancanza di una logica di collaborazione da parte istituzionale.

In sostanza la bozza del nuovo protocollo operativo che punterebbe ad ulteriori vincoli sul rumore avrebbe un solo effetto: impedire all'autodromo la normale attività nel corso della stagione 2019, "...precludendo l'organizzazione di eventi degni di una struttura a livello internazionale, nonché l'impossibilità di raggiungere i risultati previsti dalla legge Madia in riferimento alle società partecipate pubbliche se non a pesante scapito delle gare più importanti".

Insomma si è scavato un pofondo solco fra la sindaca, Manuela Sangiorgi, Movimento 5 Stelle, e Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola. Ancora una volta l'autodromo diventa uno strumento di lotta politica e di ricerca del consenso: l'autodromo Enzo e Dino Ferrari esiste ben prima delle case che sono state costruite negli anni successivi intorno alla pista, e qualcuno forse non sa che proprio il Parco delle Acque Minerali è stato salvato dalla lottizzazione selvaggia solo perché era finito sotto la tutela dell'impianto dopo le modifiche all'impianto che erano state dettate nel 1994 dopo l'incidente di Ayrton Senna.

La sindaca vuole ridurre il rumore, pur essendo consapevole che un ulteriore intervento darebbe la mazzata finale alla storia dell'autodromo a cui Enzo Ferrari era particolarmente legato. Il fatto che non si riesca a portare a Imola un GP di Forrmula 1 non giustifica che si voglia portare l'impianto all'impossibilità di essere utilizzato per le corse di auto e moto, trasformandolo magari in una zona pedonale dove svolgere tutte le altre attività sportive (e già avviene) tranne quelle per cui la pista è nata.

Imola non è solo dei cittadini del comune emiliano. L'Enzo e Dino Ferrari è un patrimonio che fa parte della storia dell'automobilismo e della cultura motoristica dell'Italia. E' parte attiva della Motor Valley. A sostegno di Formula Imola c'è stata la pubblicazione di una lettera aperta scritta dai commissari di percorso che prendono le difese di chi vuole salvare l'autodromo da quello che rischia di diventare l'anticamera della chiusura..

"Non è pensabile che per qualche decina di persone che cura solo il proprio interesse personale a danno dell'intera collettività si possa assistere a un mero tentativo di limitare in maniera decisa l'attività dell'impianto. Non possiamo che esternare la nostra preoccupazione per quanto sta accadendo al nostro amato autodromo. Lo scontro in essere fra il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, e la sindaca Manuela Sangiorgo non ha ragione di esistere".

I commissari di percorso e gli ufficiali di gara sono pronti a inscenare una manifestazione pubblica a sostegno del presidente di Formula Imola, visto che è sempre più palese lo scenario di chi vorrebbe portare alla conduzione dell'autodromo una figura più vicina all'attuale amministrazione. I 5 Stelle dimostrano una volta di più la totale mancanza di cultura volta alla crescita, cercando il facile consenso di pochi cittadini a costo di far chiudere l'Enzo e Dino Ferrrari...

 

Articolo successivo
Il marchio Hispano Suiza rinasce con l'incredibile Maguari HS1 GTC

Articolo precedente

Il marchio Hispano Suiza rinasce con l'incredibile Maguari HS1 GTC

Articolo successivo

Caso Imola: anche i Leoni della CEA si schierano a difesa dell'Enzo e Dino Ferrari

Caso Imola: anche i Leoni della CEA si schierano a difesa dell'Enzo e Dino Ferrari
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Speciale
Location Imola
Autore Franco Nugnes
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie