Formula E
17 gen
-
18 gen
Evento concluso
14 feb
-
15 feb
Evento concluso
G
Marrakesh ePrix
27 feb
-
29 feb
Prossimo evento tra
5 giorni
03 apr
-
04 apr
Prossimo evento tra
41 giorni
G
Paris ePrix
17 apr
-
18 apr
Prossimo evento tra
55 giorni
G
Seoul ePrix
02 mag
-
03 mag
Prossimo evento tra
70 giorni
G
Jakarta ePrix
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
104 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
119 giorni
G
New York City ePrix
10 lug
-
11 lug
Prossimo evento tra
139 giorni
G
London ePrix
25 lug
-
25 lug
Prossimo evento tra
154 giorni
G
E-Prix di Londra II
26 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
155 giorni

La Porsche di Formula E sarà un’evoluzione della 919 Hybrid EVO LMP1

condividi
commenti
La Porsche di Formula E sarà un’evoluzione della 919 Hybrid EVO LMP1
Di:
Tradotto da: Chiara Rainis, Motorsport.com Switzerland
9 ott 2018, 12:06

Il Marchio tedesco ha deciso di abbandonare l’Endurance nel 2017 per dedicarsi al progetto elettrico cui si unirà nella stagione 2019-2020, ma la sua Gen2 sarà il risultato di quanto appreso in passato nel WEC

Il team manager del Porsche Team, Andreas Seidl, ha assicurato che la monoposto che vedremo impegnata in Formula E sarà la continuazione della 919 Hybrid, protagonista nel WEC fino all’anno scorso e della EVO che nel 2018 ha battuto o sfiorato diversi record, con piloti come Timo Bernhard e Nick Tandy al volante.

“Riporteremo tutto quanto imparato dal sistema ibrido, dal suo cambio, dalle sospensioni e in particolare dell’asse posteriore”, ha rivelato a Motorsport.com. “Inoltre buona parte del personale utilizzato è lo stesso”. 

Il dirigente ha sottolineato come la EVO sia costata poco in quanto finanziata da partner e sponsor e che il più delle risorse si è concentrato sul kit aerodinamico. 

Leggi anche:

Mentre Volkswagen si prepara a battere il record firmato al Nurburgring, Sebastian Vettel ha già fatto meglio di Neel Jani sul circuito di Spa-Francorchamps, tuttavia non ci sarà una rivincita.

“Quei tentativi sono stati degli unicum. Il nostro principale obiettivo era quello di mostrare che cosa è in grado di fare un’auto ibrida in termini di performance”, ha proseguito Seidl.

“Ci eravamo fissati dei target in termini di tracciati da affrontare e tempi sul giro da segnare. Ci siamo riusciti e non abbiamo intenzioni di riprovarci. È stato incoraggiante vedere la risonanza che hanno avuto sul web e tra i tifosi. È stata la dimostrazione che la gente ama assistere ad una prestazione pura e senza limiti su una pista comune”. 

 
Nick Tandy, Porsche team Porsche 919 Hybrid Evo

Nick Tandy, Porsche team Porsche 919 Hybrid Evo

Photo by: Gary Hawkins

 

 

 

Articolo successivo
Tom Dillmann affiancherà Oliver Turvey in seno alla NIO

Articolo precedente

Tom Dillmann affiancherà Oliver Turvey in seno alla NIO

Articolo successivo

Santiago del Cile resta nel calendario Formula E, ma su un circuito inedito

Santiago del Cile resta nel calendario Formula E, ma su un circuito inedito
Carica i commenti