Modificata la zona di attivazione dell'Attack Mode di Ad Diriyah dopo le critiche dei piloti

condividi
commenti
Modificata la zona di attivazione dell'Attack Mode di Ad Diriyah dopo le critiche dei piloti
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
15 dic 2018, 11:47

Gli organizzatori dell'ePrix di Ad Diriyah, round di apertura della Formula E, hanno spostato la zona di attivazione della "Attack Mode" dopo che diversi piloti si sono lamentati.

Diversi piloti, compreso il campione in carica Jean-Eric Vergne, hanno criticato il posizionamento della zona, che si trova all'uscita della curva 17 del tracciato che apre la stagione, quindi all'immissione del rettilineo principale della pista.

L'area di attivazione, essendo fuori traiettoria, si trova sul lato destro all'uscita della curva ed è composta da tre anelli sui cui i piloti devono transitare per attivare la "Attack Mode", che garantisce una maggiore potenza per favorire i sorpassi.

La zona è stata spostata 23 metri più avanti, quindi più vicino alla linea di partenza, perché bisogna ricordare che la corsa prenderà il via tra le curve 17 e 18.

Inoltre, le linee bianche che segnalano il punto di inizio e di fine della zona di attivazione sono state anche aumentate di dimensione per migliorare la visibilità, stando a quanto spiega una nota della FIA.   

Leggi anche:

"Dopo aver discusso nel briefing dei piloti, la zona di attivazione è stata spostata 23 metri più vicina alla linea di partenza rispetto alla posizione originale" spiega questa nota.

Quando Motorsport.com ha chiesto a Vergne di questo cambiamento, ha detto: "E' un po' meglio".

"E' positivo che abbiano risposto, l'unica cosa che spero è che in futuro ci dicano esattamente cosa vogliono" ha continuato il pilota della DS Techeetah.

"Abbiamo il simulatore, quindi sappiamo cosa può essere pericoloso o cosa no. Ovviamente quello non era il posto giusto, ma l'hanno capito tutti".

"Sono felice che l'abbiano cambiato, ma spero che in futuro possano chiedere anche il parere dei piloti". 

 
Articolo successivo
Ecco perché Alejandro Agag è l'Elon Musk del motorsport

Articolo precedente

Ecco perché Alejandro Agag è l'Elon Musk del motorsport

Articolo successivo

Felix Da Costa e la BMW aprono l'era Gen2, ma ringraziano le penalità alle DS Techeetah

Felix Da Costa e la BMW aprono l'era Gen2, ma ringraziano le penalità alle DS Techeetah
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula E
Evento eprix di Ad Diriyah
Piloti Jean-Éric Vergne
Autore Alex Kalinauckas
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie