Formula E
G
ePrix di Berlino V
12 ago
Prossimo evento tra
1 giorno
G
ePrix di Berlino VI
13 ago
Prossimo evento tra
2 giorni

La Mahindra sbaglia, l'ineffabile Buemi ringrazia e vince!

condividi
commenti
La Mahindra sbaglia, l'ineffabile Buemi ringrazia e vince!
Di:
, Motorsport.com Switzerland
11 giu 2017, 16:01

Clamoroso errore del team indiano, che ha letteralmente cestinato in pit-lane la grande gara bis di Felix Rosenqvist a Tempelhof. Grande giornata, invece, per Sébastien, che a Berlino ha raccoto il massimo con il minimo sforzo.

Felix Rosenqvist, Mahindra Racing, nella conferenza stampa

Domenica da dimenticare per la Mahindra Racing, che a causa di un errore in pit-lane ha costretto Felix Rosenqvist a cedere lo scettro del vincitore a Sébastien Buemi.

Il pilota svedese ha condotto con autorevolezza la gara dall’inizio alla fine senza commettere errori e tenendo un ritmo indiavolato, che solo il leader del campionato è riuscito ad avvicinare. Purtroppo per lui però la Direzione Gara ha deciso di infliggergli una penalità. 

Delusione, invece, per Lucas Di Grassi che, nonostante una bella rimonta, vede ancora una volta il pilota della Renault e.dams guadagnargli punti preziosi nella classifica generale. Menzione a parte, invece, la merita Nick Heidfeld, che a suon di sorpassi è risalito dall’ultima posizione al decimo posto.

Al via parte benissimo Rosenqvist, che prende subito un po’ di vantaggio; nelle retrovie, invece, volano pezzi di vettura, un contatto scombussola il gruppone. Dietro strepitosi i primi giri di Nick Heidfeld, che riesce a risalire in poche tornate sino all’undicesima posizione. 

 

Alla 17esima tornata incredibile quello che accade tra i due piloti della DS Virgin. Sam Bird sembra più veloce del compagno di squadra José María López e tenta l’affondo, ma quest’ultimo resiste oltre modo e si arriva al contatto tra i due. Il britannico perde diverse posizioni, ma fortunatamente riesce a proseguire la sua corsa. 

Lucas Di Grassi, intanto, in rimonta, al 20esimo giro si porta al quarto posto alle spalle di Jean-Éric Vergne. Alla 23esima tornata si presenta nei box il gruppo di testa per il cambio vettura. 

 

Problemi alla Mahindra Racing, dove il rientrante Nick Heidfeld per poco non impatta contro Felix Rosenqvist in uscita. Per fortuna del team indiano, però, il pilota scandinavo riesce a proseguire e non perde la posizione dal pericolosissimo svizzero. 

 

Felix Rosenqvist, proprio come aveva fatto sabato, controlla bene la gara tenendo Sébastien Buemi sempre a distanza di sicurezza. I due fanno gara a sé e distanziano tutti gli altri di 10 secondi e più. Ottimo davvero il terzo posto di Lucas di Grassi, che limita i danni in una giornata che era partita decisamente storta per lui e la scuderia ABT Schaeffler FE02.

Proprio però quando all’orizzonte sembrava profilarsi la seconda vittoria consecutiva per il pilota svedese arriva la doccia fredda. La Direzione di Gara, infatti, punisce il comportamento della Mahindra Racing ai box durante il cambio monoposto infliggendo ben 10 secondi di penalità a Rosenqvist. 

 

Fortunatamente per lo svedese, il suo vantaggio sul resto del gruppo è così ampio che deve cedere il posto soltanto al due volte campione di Formula E, che risulta pertanto vincitore.

Nonostante tutto, grande amarezza alla Mahindra Racing. La squadra indiana ha la consapevolezza di aver gettato al vento una grandissima opportunità per un errore evitabilissimo.

Stratosferica la rimonta di Nick Heidfeld che, partito ultimo, taglia il traguardo al decimo posto, l'ultimo che dà accesso alla zona punti. 

 

La copertina dell’ePrix di Berlino però è di Sébastien Buemi che, a dispetto di un week end non troppo semplice, esce dal doppio appuntamento tedesco con una leadership ancor più rafforzata.

Ritirati soltanto Loic Duval della Faraday Future Dragon Racing e Maro Engel della Venturi. Quest’ultimo però raccoglie comunque un punto grazie al giro più veloce siglato in corsa.

Gara:

Cla #PilotaTeamGiriTempoGapDistaccokm/hRitiratoPunti
1   9 switzerland Sébastien Buemi  france DAMS 46 56'02.155     112.2   25
2   19 sweden Felix Rosenqvist  india Mahindra Racing 46 56'09.350 7.195 7.195 111.9   21
3   11 brazil Lucas Di Grassi  germany Audi Sport Team ABT 46 56'13.017 10.862 3.667 111.8   15
4   66 germany Daniel Abt  germany Audi Sport Team ABT 46 56'15.786 13.631 2.769 111.7   12
5   37 argentina José María López  united_kingdom Virgin Racing 46 56'22.479 20.324 6.693 111.5   10
6   25 france Jean-Éric Vergne  china Techeetah 46 56'22.906 20.751 0.427 111.5   8
7   2 united_kingdom Sam Bird  united_kingdom Virgin Racing 46 56'24.114 21.959 1.208 111.4   6
8   8 france Nicolas Prost  france DAMS 46 56'24.310 22.155 0.196 111.4   4
9   88 united_kingdom Oliver Turvey  china NEXTEV TCR Formula E Team 46 56'37.104 34.949 12.794 111.0   2
10   23 germany Nick Heidfeld  india Mahindra Racing 46 56'37.969 35.814 0.865 111.0   1
11   28 portugal António Félix Da Costa  united_states Andretti Autosport 46 56'46.212 44.057 8.243 110.7    
12   3 brazil Nelson Piquet Jr.  china NEXTEV TCR Formula E Team 46 56'46.594 44.439 0.382 110.7    
13   7 belgium Jérôme D'Ambrosio  united_states Dragon Racing 46 56'49.491 47.336 2.897 110.6    
14   33 france Stéphane Sarrazin  china Techeetah 46 56'53.808 51.653 4.317 110.5    
15   4 france Tom Dillmann  monaco Venturi 46 56'59.132 56.977 5.324 110.3    
16   47 united_kingdom Adam Carroll  united_kingdom Jaguar Racing 46 57'07.581 1'05.426 8.449 110.0    
17   20 new_zealand Mitch Evans  united_kingdom Jaguar Racing 46 57'09.173 1'07.018 1.592 110.0    
18   27 netherlands Robin Frijns  united_states Andretti Autosport 46 57'14.238 1'12.083 5.065 109.8    
  dnf 6 france Loïc Duval  united_states Dragon Racing 33 54'57.316 13 giri 13 giri   Ritirato  
  nc 5 germany Maro Engel  monaco Venturi 14 56'56.347 32 giri 19 giri     1

 

Felix Rosenqvist vuole il bis, la pole position è sua!

Articolo precedente

Felix Rosenqvist vuole il bis, la pole position è sua!

Articolo successivo

López: “Non dovrebbe mai esserci un contatto fra compagni”

López: “Non dovrebbe mai esserci un contatto fra compagni”
Carica i commenti