Strategie Turchia: pista ancora bagnata, il via sulle intermedie?

Il via del Gran Premio di Turchia di Formula 1 prospetta movimentato. L'asfalto è ancora bagnato, in curva 1 ed 11 sono visibili ad occhio nudo ampie pozze. La partenza, anche per via delle basse temperature e del cielo coperto, dovrebbe avvenire su gomme intermedie

Strategie Turchia: pista ancora bagnata, il via sulle intermedie?

A due ore dal via del Gran Premio di Turchia il tracciato di Istanbul Park è ancora bagnato. Il cielo molto nuvoloso e le temperature basse pongono molti dubbi sulla possibilità che la gara possa prendere il via con gomme slick. Anche se le precipitazioni sono cessate, lo scarso drenaggio della pista non sta favorendo le condizioni per l’utilizzo degli pneumatici da asciutto, e soprattutto in alcuni punti del tracciato (curva 1 e curva 11) restano delle ampie zone bagnate.

Leggi anche:

I piani della vigilia sono quindi a rischio, ma diverse squadre continuano a sperare nella possibilità di un miglioramento del meteo che possa portare a disputare la gara con gomme da asciutto. In questo scenario i dati ricavati tra venerdì e sabato dalla Pirelli suggeriscono una corsa con due pit-stop a causa dell’aggressività dell’asfalto. Secondo le simulazioni la strategia più veloce dovrebbe essere media-hard-hard, con pit-stop programmati al giro 15 e 37, tuttavia le squadre puntano alla sosta singola, con il passaggio dalla media alla hard in una finestra che va dal giro 20 al 25.

La disponibilità di set nuovi dei top-driver è allineata. I piloti di Red Bull, Mercedes (e Leclerc) dispongono di due treni di hard nuovi, ed altrettanti di medie e soft usate. Ampia scelta invece per Carlos Sainz, che non avendo disputato la sessione di qualifica completa può contare su set nuovi di tutte le mescole. Nessun problema invece in casa di gara bagnata, poiché tutti i piloti avranno a disposizione tre set di intermedie ed altrettanti di full-wet.

 

condividi
commenti
Wolff: "Ecco perché adesso la W12 è migliorata così tanto"

Articolo precedente

Wolff: "Ecco perché adesso la W12 è migliorata così tanto"

Articolo successivo

Tost: "Troppe 23 gare? Chi è contrario può andare via"

Tost: "Troppe 23 gare? Chi è contrario può andare via"
Carica i commenti