F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Sky compra i diritti della F.1 per 60 milioni di dollari

Sky compra i diritti della F.1 per 60 milioni di dollari

L'accordo ha validità triennale, ma nove Gp verranno trasmessi anche in chiaro

Sky sta monopolizzando lo sport: in estate le Olimpiadi, poi il campionato calcio, la MotoGp e adesso anche la Formula 1. L'emittente satellitare di Murdoch ha acquistato i diritti dei Gp per i prossimi tre anni (2013-2015): l'accordo è stato raggiunto per una cifra di 60 milioni di dollari! La richiesta economica che Bernie Ecclestone ha fatto alla Rai per rinnovare il contratto (la Tv di stato trasmette la F.1 ininterrottamente dal 1996) è stata giudicata inaccettabile dal CdA di Viale Mazzini. La pay tv si è assicurata i diritti televisivi del Campionato del mondo FIA e trasmetterà in diretta tutte le gare del mondiale dal 2013. L'accordo che è stato siglato con la FOM (Formula One Management) prevede che Sky Italia trasmetta tutti i Gp in esclusiva sulla piattaforma digitale, ma in aggiunta prevede anche che un canale televisivo nazionale trasmetta in chiaro 9 Gran Premi in diretta e 11 Gran Premi in differita (si parla del lunedì!). Chi trasmetterà in chiaro? L'emittete verrà scelta da Fom e Sky e nella lista delle corse che andranno in diretta ci sarà senz'altro il Gp d'Italia a Monza. È ipotizzabile che la F.1 rimanga nell'ambito di Sky che potrebbe puntare su Cielo, il suo canale in chiaro, per diffondere i Gp, ma non si può nemmeno escludere che in qualche modo si faccia torna in partita la Rai che è la grande sconfitta di questa trattativa. Nel comunicato ufficiale che è stato diffuso da Sky si legge che "...sarà possibile personalizzare la propria visione e le proprie emozioni grazie all’interattività e, con Sky Go, i campioni delle quattro ruote saranno visibili ovunque su tablet, pc e smartphone. A tutto questo si aggiungerà la completezza della copertura tipica di Sky, una esperienza di visione senza precedenti, come già accaduto in tante altre grandi manifestazioni raccontate da Sky e come avverrà tra poche settimane in occasione dei Giochi Olimpici di Londra 2012, dei quali Sky è tv ufficiale per l’Italia". Soddisfatto Bernie Ecclestone: "Abbiamo già lavorato con Sky Italia in passato – ha detto l'amministratore delegato di Formula One Management - e non ho dubbi circa i suoi standard di produzione. In Inghilterra abbiamo un accordo simile che sta funzionando molto bene, aumentando la qualità e l'ampiezza della copertura e assicurando, allo stesso tempo, la visione degli eventi in chiaro". Dopo la MotoGP, anche la Formula 1: il motorismo di punta si... canalizza sul digitale terrestre. La Rai è rimasta con il cerino spento in mano: c'è da domandarsi se fosse giusto che la Tv di Stato andasse all'asta per sostenere l'offerta di Sky (l'ultimo rinnovo firmato da Letizia Moratti è stato siflato nel 2006 e aveva validità dal 2008 al 2012, costava 40 milioni di dollari all'anno), in un momento in cui l'Italia si sta dibattendo nella peggiore crisi economica dal dopo guerra ad oggi. I contribuenti certamente avrebbero storto la bocca nel sapere che servivano 60 milioni di dollari per continuare a vedere le monoposto in chiaro, ma è sicura la protesta di quanti saranno costretti a spendere per assistere ai Gp in diretta. La F.1 per molti rappresentava ancora una valida motivazione per continuare a pagare il canone della Rai. Fra le pieghe dell'accordo si intuisce che ci sono ragioni di cassetta: Bernie Ecclestone si è impegnato di pagare subito 10 milioni di euro a tutte le squadre di F.1 che rinnovano il Patto della Concordia e non sembra che Mister E voglia mettere mano al portafoglio, per cui è possibile che raccolga i proventi dalle televisioni che acquistano i diritti della F.1. La Rai non ha un Cda che potesse chiudere la trattativa, per cui Bernie è stato scaltro a sparigliare i giochi dettando i suoi tempi. Sky ha già dimostrato di sapere soddisfare con professionalità le aspettative degli appassionati, garantendo la diretta anche delle prove libere del venerdì e del sabato. Carlo Vanzini, Biagio Maglienti e Giorgio Piola sono pronti a tornare in pista...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola