E se il rientro di Kubica passasse per la Ferrari?

E se il rientro di Kubica passasse per la Ferrari?

Il polacco potrebbe fare affidamento su un mini test-team che verrebbe costruito in Ferrari Corse Clienti

La notizia di Robert Kubica che rinuncia a iniziare la stagione 2012 con la Lotus Renault ha fatto in breve il giro del mondo. E la lettura che tutti hanno dato è che il pilota polacco fa un passo indietro perché i suoi tempi di recupero si stanno allungando rispetto alle previsioni formulate dal dottor Riccardo Ceccarelli, il responsabile di Formula Medicine, che lo sta seguendo passo dopo passo dopo il drammatico incidente di marzo alla Ronde di Albenga. La ripresa di Robert resta sorprendente (lo ha ammesso lui stesso nel comunicato ufficiale diramato oggi dal team di Enstone), ma non c'è dubbio che ci sia anche una leggera dilatazione dei tempi nella sua riabilitazione fisica. Uno slittamento che potrebbe non avere effetti troppo negativi sulla carriera del polacco. Cerchiamo di andare oltre la cronaca, per provare a “leggere” quello che potrebbe essere il futuro prossimo di Kubica. Daniele Morelli, l'abile manager del pilota, ha colto la palla al balzo per smarcarsi dalla Lotus Renault, una squadra che all'inizio dell'anno si candidava ad essere una sfidante dei top team con la rivoluzionaria R31. La stagione ha evidenziato la parabola discendente di una struttura che ha perso il supporto della Renault e non ha trovato le risorse per stare al passo con i migliori. I tecnici più qualificati se ne sono andati, per cui del nucleo di uomini vincenti che Flavio Briatore aveva lasciato ad Enstone, non è rimasto molto per rilanciare le ambizioni di una squadra che è oggettivamente in ribasso. E non è affatto casuale la dichiarazione di Eric Boullier che vorrebbe aprire subito la discussione per un rinnovo del contratto con Kubica, in chiave 2013. E' chiara la volontà del team principal di “togliere” dal mercato un soggetto misterioso come il polacco: il rientro di Robert in F.1 avrebbe un enorme impatto mediatico, per cui non deve sorprendere che ciascuno muova le sue carte. Il simpatico conduttore aveva un contratto con la Renault ed era stato girato alla Capital Genii, la società che ha il controllo del team di F.1: il polacco sarebbe intenzionato a effettuare una stagione da tester, prima di rientrare in pianta stabile nel Circus. E, allora, comincia a prendere corpo l'idea che Kubica possa finire a Maranello. Stefano Domenicali, responsabile della Gestione Sportiva, non ha mai fatto mistero di gradire Robert che è già stato in predicato di salire su una Rossa per sostituire l'infortunato Felipe Massa alla fine della stagione 2009. La stima è rimasta immutata e solo il terribile incidente rallystico non ha permesso che buon auspicio diventasse un contratto. La Ferrari sta valutando l'opportunità di costruire un mini test-team intorno al polacco: sarebbe Ferrari Corse Clienti a gestire il recupero di Kubica con una serie di sessioni in pista a partire dal mese di aprile. La monoposto potrebbe essere una F10 o una 150° Italia che andrà presto in pensione. Il progetto non confliggerà con il divieto di test in stagione, dal momento che l'attività non sarà finalizzata a migliorare la monoposto, ma solo a verificare il livello di recupero del pilota. L'unico problema da risolvere sarà quello delle gomme: la Pirelli dovrebbe fornire le coperture deputate alle esibizioni, ma se si vorrà capire quale sarà il livello raggiunto da Robert bisognerà vederlo in azione con materiale più fresco e competitivo. Non è da escludere, quindi, che Kubica possa fare qualche apparizione nelle prove libere del venerdì (ottenendo magari una deroga dalla FIA che sta pensando di far girare nella prima sessione solo i giovanissimi talenti, privi di esperienza nel Circus). L'idea è certamente allettante, tanto più che la Ferrari avrebbe modo di creare una certa pressione anche su Felipe Massa: il brasiliano domenica disputa il 100. Gp con la Rossa, ma conclude la peggiore stagione da quando è alla corte del Cavallino. Quest'anno non è mai salito sul podio: bisogna tornare al 1992 con Ivan Capelli e la famigerata F92 A per trovare un pilota di Maranello con un bottino così asfittico. E un Robert in ripresa sarebbe certamente un bel pungolo per Massa... Dalla Ferrari non trapela assolutamente nulla, ma si sta studiando una fattibilità del progetto e, soprattutto, la copertura dei costi. E si dice che anche Bernie Ecclestone avrebbe dato il suo avvallo a tutta l'operazione se mai dovesse concretizzarsi.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Robert Kubica
Articolo di tipo Ultime notizie