Raikkonen: "Lasciare la Ferrari è stata una liberazione"

Kimi svela di non avere ricordi bellissimi legati a Maranello in un'intervista concessa a Marca

Raikkonen:
Non è un segreto che la Ferrari e Kimi Raikkonen non si fossero lasciati in rapporti esattamente idilliaci. Pur essendo stato messo da parte per far spazio a Fernando Alonso, il finlandese però non aveva mai esternato un particolare risentimento nei confronti degli uomini del Cavallino, almeno fino ad oggi. Dopo essere riuscito a tornare al successo domenica scorsa ad Abu Dhabi, "Iceman" si è tolto qualche sassolino dalla scarpa e in un'intervista concessa agli spagnoli di Marca ha definito una liberazione la sua partenza da Maranello, che lo ha portato a emigrare per due anni nel Mondiale Rally in cerca di nuovi stimoli. "Ho vinto un titolo con loro, ho avuto buoni momenti. Sono soddisfatto per i tre anni che ho trascorso lì. Forse si potrebbe fare di più, ma so perchè non ci siamo riusciti. E non voglio parlarne dei motivi per cui non ho continuato con loro. Non mi manca nessuno. Per me andare via è stata una liberazione. La situazione avrebbe potuto essere diversa, ma è il passato. Le cose non durano molto dove si lavora e i rapporti non sono buoni" ha detto Kimi. La Lotus invece gli sembra tutto un altro mondo: "Mi sono trovato bene fin dall'inizio. Le persone possono lavorare in tranquillità. Tutti vogliono vincere, ma pensano allo sport e non alla politica, guardando tutti nella stessa direzione. Se le cose proseguiranno così, sono sicuro che i risultati continueranno ad essere buoni".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen
Articolo di tipo Ultime notizie