Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
117 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
145 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
152 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
166 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
201 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
208 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
222 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
236 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: ecco l'ala posteriore che ha dato la competitività alla SF16-H!

condividi
commenti
Ferrari: ecco l'ala posteriore che ha dato la competitività alla SF16-H!
Di:
27 ago 2016, 13:51

Nelle libere di ieri la Ferrari aveva puntato su un assetto aerodinamico troppo scarico che penalizzava troppo la SF16-H nel T2: con un'ala posteriore più carica la Rossa ha trovato un buon equilibrio per sfidare quasi alla pari Mercedes e Red Bull

Kimi Raikkonen è arrivato a 166 millesimi dalla pole position conquistata da Nico Roberg con la Mercedes. Nessuno in Ferrari avrebbe scommesso ieri che il finlandese potesse mettere la SF16-H in seconda fila con un distacco irrisorio (17 millesimi) dalla Red Bull RB12 di Max Verstappen, visto che la Rossa pagava quasi un secondo dalla monoposto dell'olandese, la più veloce ieri.

Cosa ha permesso alla squadra del Cavallino di rimettere in gioco una partita che sembrava drammaticamente compromessa dopo una sola giornata di prove? La Ferrari si era rivelata competitiva nel T1 e nel T2, vale a dire i due tratti veloci, mentre era chiaramente in difficoltà nella parte centrale, quella guidata.

I tecnici del Reparto Corse, per la prima volta capitanati da Mattia Binotto, fresco Chief Technical Officer, hanno puntato su un assetto aerodinamico troppo scarico che ha reso la SF16-H troppo scivolosa nei curvoni di Puhon e Stavelot. La paratia laterale di un'ala particolarmente scarica era caratterizzata solo da tre soffiaggi orizzontali, mentre oggi è stata scelta una versione con cinque slot che permette di dare più stabilità al retrotreno, mentre il flap mobile aveva una corda maggiorata rispetto a quella di ieri.

La Ferrari ha perso qualche chilometro di velocità massima in fondo al rettilineo del Kemmel, ma ha indiscutibilmente migliorato il comportamento della Rossa nel tratto guidato dove più soffriva. Tanto che Kimi Raikkonen si è rammaricato di una pole persa per un errore nella fae risolutiva della Q3...

Ferrari SF16-H, ala posteriore del venerdì
Ferrari SF16-H, ala posteriore del venerdì

Photo by: Giorgio Piola

 

Articolo successivo
Vettel: "Davanti siamo tutti vicini, abbiamo una buona strategia"

Articolo precedente

Vettel: "Davanti siamo tutti vicini, abbiamo una buona strategia"

Articolo successivo

Raikkonen: "Sono deluso, potevo fare la pole, ma la mia Ferrari va forte"

Raikkonen: "Sono deluso, potevo fare la pole, ma la mia Ferrari va forte"
Carica i commenti