La Sauber C33 è come un Tornado!

La Sauber C33 è come un Tornado!

La monoposto disegnata da Eric Gandelin ha puntato molto sull'aerodinamica e le forme ridotte

Ecco la seconda monoposto dotata della power –unit 059/3: dopo la Ferrari F14 T possiamo analizzare anche la Sauber C33 che è stata presentata online questo pomeriggio. La macchina svizzera è molto interessante perché da un punto di vista aerodinamico mostra subito dei concetti innovativi: la punta del muso è a proboscite, ma non è affatto appariscente come quello della McLaren che sembra generare un bloccaggio. Gli aerodinamici di Hinwil, diretti da Willem Toet, hanno curato il “becco” creando una struttura più sottile, perché poco più indietro c’è una bocca, del tipo che ha il caccia Tornado e che convoglia il flusso d’aria sotto alla scocca, ai lati del crash-box. HA IL GRADINO NELLA SCOCCA Come la Ferrari e la Force India, infatti, anche la C33 ha una scocca con il gradino nella parte superiore, ma a differenza della Rossa che mostra un andamento molto inclinato nella parte anteriore del telaio, è possibile che la monoscocca della Sauber abbia adottato un vanity panel superiore, visto che il profilo ha un andamento piuttosto lineare. OTTIMA RICERCA AERODINAMICA Rialzare la scocca con il gradino anche nella parte inferiore permette al dt, Eric Gandelin, di aumentare sensibilmente il passaggio d’aria da convogliare verso il diffusore posteriore. La sensazione è che la Sauber si sia presentata con una soluzione che sia già una prefigurazione di quanto vedremo più avanti anche su altre macchine: ancora una volta in Svizzera sembrano aver svolto un ottimo lavoro nella definizione di una vettura che ha puntato sulle dimensioni contenute (confidando nelle buoni doti di raffreddamento della power – unit Ferrari). La sospensione anteriore ha mantenuto lo schema push rod. BOCCHE DEI RADIATORI ALTELe bocche dei radiatori, per esempio, non sono troppo grandi e mantengono le caratteristiche che abbiamo già visto sulla Rossa: sono piuttosto generose nella parte alta (le prese pescano l’aria per i radiatori in alto), ma sono più svasate man mano che scendono verso il fondo. Le prime foto mostrano un “marciapiede” pronunciato sul fondo, visto che anche il deviatore di flusso laterale sembra più staccato dal corpo vettura. ROLL BAR IN TRE ELEMENTI L’andamento delle fiancate che si stringe nel retrotreno permette di creare una buona zona con la forma a Coca-Cola, ma è il rool-bar in metallo a incuriosire: la presa dinamica del motore è piccola e triangolare, ma è dietro al casco del pilota che il rool hoop in tre elementi è disegnato in modo tale da permettere un passaggio d’aria grazie al quale è possibile far riattaccare il flusso verso l’alettone posteriore. SOSPENSIONE PULL ROD Il cofano motore ha una piccola pinna che fa da deriva, ma decliva molto prima di altre soluzioni che abbiamo visto in questi giorni. Nel retrotreno si nota la sospensione posteriore pull rod che un disegno simile a quello della F14 T, visto che la Sauber C33 adotta il cambio a 8 marce della Ferrari con scatola in materiali compositi. Ed è in stile Ferrari anche il doppio supporto dell’ala posteriore che alloggia il passaggio dello scarico unico al centro.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie