Hembery: "Non vogliamo favorire nessuno"

La Pirelli risponde a Massa, che aveva parlato di Red Bull favorita dal possibile ritorno delle hard

Hembery:
"Sono ottimista per quanto riguarda le nuove componenti che faremo debuttare a Silverstone, ma non lo sono assolutamente per quanto riguarda le gomme, perchè ho sentito che forse la Pirelli porterà le hard e le medie. Se la scelta fosse veramente questa, noi e anche molte altre squadre avremmo veramente dei problemi. L'unica che non li avrà è la Red Bull o forse anche la McLaren". Con queste parole, al termine del Gp d'Europa, Felipe Massa ha mandato un messaggio chiaro alla Pirelli: la paura del Circus, ma della Ferrari in particolare, è che se a Silverstone torneranno le gomme hard, le Red Bull saranno nuovamente imbattibili per tutti, specialmente su una pista che sembra disegnata appositamente per le RB7. Non ci è voluto troppo tempo per avere una pronta risposta dal gommista milanese, che nei prossimi giorni annuncerà le mescole scelte per il Gp di Gran Bretagna. Paul Hembery ha spiegato che a preoccupare è soprattutto il caldo è che vorrebbe evitare il ripetersi della situazione già vista in Turchia, con quasi tutti costretti ad effettuare addirittura quattro soste. "E' una grande sfida per noi perché vogliamo fare in modo di vedere un'altra bella gara. Allo stesso tempo, non vogliamo troppi pit stop. A Silverstone potrebbe esserci molto caldo e con una pista veloce ed aggressiva sugli pneumatici non è facile scegliere quelli giusti. Se dovesse fare freddo invece abbiamo un grande rischio di graining, quindi stiama analizzando la situazione. Entro stasera o al massimo domani prenderemo una decisione" ha spiegato Hembery ad Autosport. Su una cosa però è stato molto chiaro: la decisione non sarà presa per favorire questa o quella squadra, ma per il bene di tutte le 12 squadre presenti. "Le squadre hanno opinioni differenti. Abbiamo chiesto la loro opinione, ma chiaramente non vogliamo penalizzare qualcuno e magari favorire qualcun'altro. Dobbiamo pensare all'intera griglia" ha detto. "La nostra preoccupazione principale è quella di fare in modo che nessuna squadra si possa sentire penalizzata. Per questo vogliamo essere certi che le strategie con le gomme dure non penalizzino alcuni team in particolare, ma non vogliamo neanche che tutti siano obbligati a fare cinque pit stop, quindi dobbiamo trovare il giusto bilanciamento" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag tuning