Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso

F1: Pirelli manda ai team una lettera d'intenti per il 2020-2021

condividi
commenti
F1: Pirelli manda ai team una lettera d'intenti per il 2020-2021
Di:
12 ago 2019, 09:37

La casa italiana fornitrice unica di pneumatici della F1 ha esposto ai team gli obiettivi per il prossimo biennio. Ora attende i feedback dalle squadre.

"La FI ha inviato ai team una nuova lettera di intenti preparata dalla Pirelli che copre le stagioni 2020 e 2021, dunque anche la prima in cui saranno usate gomme da 18". Dopo mesi di discussione, le parti hanno accettato tre obiettivi principali da perseguire.

Il primo di questi è un range di lavoro della gomma più ampio, il secondo riguarda il minor surriscaldamento delle gomme mentre, il terzo, è un degrado minore delle gomme stesse.

Leggi anche:

Mario Isola, responsabile car racing di Pirelli, ha affermato: "Ora i team hanno la lettera di intenti. Siamo felici di ricevere i loro commenti e speriamo di averli il primo passibile per vedere di valutare le proposte. Il processo è già iniziato e ovviamente la lettera di intenti coprirà anche il 2021, dunque ci sarà un doppio lavoro in programma".

"Abbiamo lavorato molto sulla lettera d'intenti assieme alla FIA e alla Formula 1, perché non è facile misurare gli obiettivi e definirli. A volte la gente pensa che sia solo una questione di scrivere numeri su un pezzo di carta, ma non è affatto così".

"Devi capire e interpretare i numeri, devi capire come misurare gli obiettivi e capire cosa invece può essere inutile. Stiamo lavorando davvero duro su questi aspetti. Abbiamo probabilmente bisogno di rivedere la lettera d'intenti in futuro e adattarla alle condizioni che faremo con le gomme da 18" e così via".

"Poi dovremo definire esattamente gli obiettivi che vorremo raggiungere con quelle. Se diciamo che portiamo tre compound a GP con zero degrado è inutile perché tutti userebbero le mescole più veloci. Quando parliamo di basso degrado delle gomme dobbiamo inserire dei dati".

Isola ha affermato che i parametri per il 2020 e 2021 sono simili, ma non identici, dato il grande cambiamento di dimensioni e costruzione delle gomme 2021.

"Sì, alcuni obiettivi sono molto simili. Alcuni guardano più al 2021, per avere qualcosa che sia comparabile quando ci muoveremo sulle nuove misure delle gomme, per capire il livello di performance, per capire se ci sono parametri che i team hanno bisogno di considerare nella progettazione delle monoposto e che siano in linea con il nostro sviluppo delle gomme. Se mancano queste connessione, non è buono".

Alla domanda riguardo a quando i team dovranno rispondere alla lettera d'intenti Pirelli, Isola ha dichiarato: "Non abbiamo un tempo massimo Quello che è importante è congelare gli obiettivi 2020, perché stiamo andando oltre il tempo massimo. E poi avremo un po' più di tempo per pensare al 2021".

"Inizieremo a fare i test in pista nel mese di settembre, ma sarà il primo vero test con gomme da 18", dunque dovremo capire dove siamo in termini di prodotto. Avremo tempo per definire gli obiettivi 2021. Ma considerando che il piano è congelare le regole in ottobre, dovremmo anche congelare la lettera d'intenti nel medesimo mese".

Articolo successivo
Mercedes: chi davvero non vuole il rinnovo di Bottas?

Articolo precedente

Mercedes: chi davvero non vuole il rinnovo di Bottas?

Articolo successivo

Verstappen, che bordata a Hamilton: "Non è nulla di speciale"

Verstappen, che bordata a Hamilton: "Non è nulla di speciale"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Giacomo Rauli