Monaco, Libere 2: Hamilton prima della pioggia

condividi
commenti
Monaco, Libere 2: Hamilton prima della pioggia
Di: Franco Nugnes
21 mag 2015, 15:39

L'inglese con le soft subito meglio del 2014. Dietro alle Mercedes ci sono le due Ferrari. Bandiera rossa per Merhi

La seconda sessione di prove libere del Gp di Monaco non è durata un quarto d'ora: il turno è stato interrotto per la bandiera rossa esposta a seguito dell'incidente di Roberto Merhi, ma poi ha iniziato a piovere per cui nessun pilota (se non Pastor Maldonado con la Lotus E23 Hybrid) ha osato entrare in pista prima che l'asfalto del Principato si fosse asciugato.

In cima alla lista dei tempi  figura nuovamente Lewis Hamilton che con la Mercedes ha centrato un buon 1'17"192 ottenuto la mescola Soft. L'inglese è andato sotto alla prestazione dello scorso anno (Alonso aveva colto nelle libere 2 un 1'18"482). Alle spalle del campione del mondo si è inserito Nico Rosberg con la seconda W06 Hybrid staccato di sette decimi.

Dietro alle due frecce d'argento si sono infilate le due Ferrari con Sebastian Vettel, terzo, a un secondo da Lewis, mentre Kimi Raikkonen è quarto separato di un paio di decimi dal compagno di squadra. Ottima la quinta prestazione di Daniil Kvyat con la Red Bull racing accreditata di 1'18"548 che ha preceduto la coppia della Toro Rosso, i rookie Carlos Sainz e Max Verstappen.

Ottava piazza per Fernando Alonso con l'acerba McLaren-Honda a 1"7 dalla Mercedes, ma tutti questi tempi sono poco indicativi perché i piloti stavano ancora lavorando alla messa a punto prima di montare le gomme Supersoft per una simulazione di qualifica che, invece, è saltata e le nuove coperture della Pirelli sono rimaste inutilizzate nei box per la pioggia.

Dicevamo che Roberto Merhi ha causato una bandiera rossa dopo quattordici minuti della sessione: lo spagnolo ha perso il controllo della sua Manor alla staccata dopo il Tunnel e si è intraversato sbattendo con l'ala anteriore sul lato destro dopo aver fatto un pendolo. Roberto ha parcheggiato la sua monoposto incolume. Dopo sei minuti è stata ridata la bandiera verde, ma subito nessuno è sceso in pista perche sul Principato aveva cominciato a piovere copiosamente.

Solo nell'ultimo quarto d'ora i piloti sono tornati a girare con le gomme Intermedie: in queste condizioni difficili (domenica per la gara è previsto il bel tempo) il più veloce è stato Daniil Kvyat con la Red Bull Racing capace di 1'33"225. Alcuni piloti hanno deciso di scendere in pista per effettuare anche una prova di partenza. La tabella dei tempi riporta solo 19 nomi perché Marcus Ericsson con la Sauber non è mai uscito dai box per i problemi tecnici alla sua C34.

Foto Alex Galli

Prossimo articolo Formula 1
GPDA e Motorsport.com: un sondaggio per i fans

Previous article

GPDA e Motorsport.com: un sondaggio per i fans

Next article

Pubblicato dalla FIA il bando sulle gomme 2017/2019

Pubblicato dalla FIA il bando sulle gomme 2017/2019

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie