Rosberg: "Bene così: ho lavorato per la corsa"

Il tedesco della Mercedes si è preso la seconda reprimenda nelle libere 3 non dando strada a Pic

Rosberg:
Nico Rosberg dovrebbe essere pensieroso per il sesto tempo in griglia con la Mercedes, ma il tedesco si è beccato appena un decimo dal compagno di squadra Lewis Hamilton che scatta dalla terza piazza: il risultato, quindi, letto con il cronometro non è male, specie se si considera che Nico ha lavorato più per la gara che nell'estremizzazione dell'assetto per la qualifica... "Quando i distacchi fra i primi sono molto contenuti ci può anche stare un sesto posto - ammette Rosberg - soprattutto perché sono molto confidente di essere competitivo in gara. Considerate le caratteristiche della pista, la terza fila non è poi così male, perché credo di avere il potenziale per risalire la china domani: del resto le qualifiche sono il frutto di un compromesso fra l'esigenza di cercare il giro veloce e il pensiero di risparmiare le gomme per la gara. Credo di aver trovato una messa a punto certamente migliore che in Corea". Nico in mattinata si è meritato una reprimenda dalla FIA: al termine della terza sessione di prove libere, ha percorso il rettilineo che precede la Curva 130R a soli 90 km/h mentre sopraggiungeva Charles Pic con la Caterham lanciata in piena velocità. I commissari sportivi hanno rilevato che Rosberg non ha indicato in modo chiaro da quale parte Pic sarebbe dovuto passare, creando una situazione di pericolo dato che c'era una differenza di velocità di circa 200 km/h fra le due monoposto! Il tedesco è alla seconda reprimenda dopo quella nel Gp di Gran Bretagna a Silverstone: alla prossima scatterà la sanzione con l’arretramento in griglia di 10 posizioni...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie