Alonso: "Con le medie paghiamo 1"5!"

Lo spagnolo è stato in testa alla corsa con le gomme soft, ma poi sono emersi i guai Ferrari

Alonso:
Si interrompe a Spa-Francorchamps la serie di podi consecutivi della Scuderia Ferrari e di Fernando Alonso ma il pilota spagnolo ha lottato fino all’ultimo giro per un piazzamento fra i primi tre, finendo la gara al quarto posto. Felipe Massa ha visto la sua corsa rovinata da un’improvvisa foratura che lo ha costretto ad una sosta imprevista e ha concluso all’ottavo posto. Due le soste di Fernando oggi che, partito con le Soft, ha poi usato un secondo set di Soft e uno di Medium; Felipe, anch’egli partito con le Soft, ha seguito inizialmente una simile strategia salvo dover montare un treno di gomme Medium in più a causa della citata foratura. Stefano Domenicali: “Non possiamo certo dirci contenti di questo risultato ma dobbiamo valutarlo con attenzione, senza lasciarci prendere dall’emotività. Abbiamo visto due prestazioni diverse della nostra macchina, a seconda delle gomme montate: molto buona con le Soft, in particolare con Fernando, decisamente deficitaria con le Medium. Si spiega così come Fernando, autore di una prestazione straordinaria, sia stato in testa e in lotta per la vittoria nella prima parte salvo poi vedersi scivolare lentamente fra le dita un piazzamento sul podio che sarebbe stato più che meritato. Felipe aveva iniziato la corsa in maniera molto aggressiva ma poi ha pagato ancora di più la nostra cronica difficoltà con le gomme più dure. Certo, la safety-car non ci ha dato una mano, entrando in pista proprio nel momento in cui i nostri avversari principali erano più in difficoltà e consentendo ad altri di recuperare l’handicap iniziale. Sappiamo quale sia il nostro tallone d’Achille e dobbiamo continuare a lavorare su questo fronte: abbiamo recuperato su certe aree ma su questa – mi riferisco alla finestra ideale d’esercizio degli pneumatici – siamo ancora indietro. Adesso andiamo a Monza, la nostra gara di casa: l’obiettivo rimane immutato, vale a dire cercare di vincere. Sono convinto che potremo dire la nostra, pur consapevoli che avremo anche lì degli avversari fortissimi.” Fernando Alonso: “Difficile fare meglio di questo quarto posto oggi, soprattutto visto quanto abbiamo sofferto con le gomme Medium: in queste condizioni, siamo un secondo e mezzo più lenti dei migliori. Sinceramente non ho pensato di avere una vera chance di vincere ma un podio era alla nostra portata. La strategia ci ha permesso di condurre la gara nelle prime fasi ma poi sapevamo che, nell’ultima parte, saremmo stati più in difficoltà. Nella prima parte mi sono divertito: la partenza è stata buona e poi ci sono stati tanti bei duelli. Peccato per il podio: era il nostro obiettivo ed era alla nostra portata, nonostante l’ottavo posto di ieri in qualifica. Rispetto al distacco che abbiamo accusato ieri in qualifica oggi la situazione era ben diversa ma sappiamo bene che, con temperature non certo elevate come quelle di quest’estate, paghiamo un prezzo troppo alto. Al momento dobbiamo fare i complimenti ai nostri avversari che stanno facendo un lavoro fantastico ma noi non molliamo, almeno fin quando la matematica ce lo consentirà: cercheremo sempre di vincere, dando il massimo, a cominciare da Monza, un appuntamento così speciale per la Ferrari e per tutti i suoi tifosi, ma anche per le restanti gare di questa stagione”. Felipe Massa: “E’ stata una gara piuttosto strana per me. Nelle prime fasi ero in piena lotta per le primissime posizioni ma poi ho iniziato ad avere dei problemi con gli pneumatici e la macchina sembrava non avere più un buon bilanciamento. Con le Medium la situazione è migliorata, forse anche grazie ad una regolazione all’ala anteriore che abbiamo fatto al pit-stop ma non eravamo abbastanza veloci, come temevamo del resto, e poi ormai era troppo tardi. In più ci si è messa anche una foratura alla gomma posteriore sinistra che mi ha costretto ad una sosta supplementare. Quando mi sono ritrovato dietro Rosberg non riuscivo a superarlo nonostante il DRS perché la loro velocità di punta è molto buona. Inoltre, ero in difficoltà soprattutto nelle curve più lente – l’ultima chicane e la Source – e ciò mi impediva di prendere la scia nella maniera migliore. La prossima gara è quella di casa per la squadra ma è molto importante anche per me e ci teniamo davvero a fare un bel risultato”. Pat Fry: “Non siamo contenti, non possiamo certamente esserlo al termine di una gara che ci ha visto lottare per il podio fino alle ultime fasi. Purtroppo, continuiamo ad accusare un ritardo di prestazione con le mescole più dure troppo importante nei confronti dei nostri principali avversari. E’ un problema che non siamo ancora riusciti a risolvere e che si manifesta in maniera ancora più accentuata quando le temperature sono piuttosto basse. Ci dispiace per i nostri piloti perché non siamo riusciti ancora a metterli in grado di combattere al meglio in ogni condizione. Da un punto di vista della strategia, certamente l’entrata in pista della safety-car non ha giocato in nostro favore e non credo che avremmo dovuto fare scelte diverse rispetto a quelle che abbiamo compiuto. Se Fernando avesse imitato Vettel, sarebbe ritornato in pista nel traffico e avrebbe perso la chance di attaccare per il primato. In seguito, non avrebbe avuto senso spezzare in due la seconda parte di gara di Fernando, usando così il terzo ed ultimo treno di Soft, perché saremmo stati certi di finire quarti senza però nemmeno la speranza di lottare. Ora dobbiamo prepararci nella maniera migliore per Monza, la gara di casa della Scuderia”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso , Felipe Massa
Articolo di tipo Ultime notizie