F1: dal 2021 più AMG e meno Mercedes

Ola Kallenius, presidente e CEO di Daimler AG, ha illustrato a Stoccarda il nuovo piano strategico agli analisti. Oltre a confermare la presenza in F1, ha annunciato una partnership più stretta fra l'AMG, marchio sportivo del Gruppo, e la squadra impegnata nei GP. Molti tecnici di Mercedes High Performance Powertrain saranno coinvolti nei progetti delle vetture stradali per intensificare il trasferimento tecnologico sulla strada.

F1: dal 2021 più AMG e meno Mercedes

La Mercedes non segue la Honda nell’abbandonare la F1. Resta nel mondo dei GP, ma cambia la strategia di approccio: dal prossimo anno, infatti, vedremo ingrandirsi il marchio AMG sulle frecce nere, mentre si ridurrà la visibilità di Mercedes.

La Casa della Stella ha illustrato martedì i suoi piani strategici agli analisti e il Costruttore tedesco ha ribadito l’orientamento verso l’elettrico per quanto riguarda le sue linee di prodotto che coinvolgono AMG, Maybach, G ed EQ. Non deve sorprendere, quindi, che ci sia la chiara volontà di stringere i legami tra l’AMG e il team di F1.

Esiste già un anello di congiunzione che è rappresentato dalla Project One, la supercar che adotta un motore ibrido derivato da quello di F1 che, finalmente, sarà disponibile a partire dal 2021, dopo che con l’adozione della simulazione delle ruote sterzanti posteriori sono stati risolti i problemi di tenuta delle gomme Michelin alle velocità più alte.

Nei piani di Ola Kallenius, presidente e CEO del Gruppo Daimler, ci saranno legami non solo di marketing che saranno sempre più stretti fra la squadra di F1 e la AMG, per favorire una cooperazione grazie alla quale sarà possibile un più rapido trasferimento tecnologico dalle monoposto alle vetture stradali.

"Useremo lo sviluppo tecnologico della Formula 1 per le vetture ibride ad alte prestazioni e daremo impulso a nuove tecnologie in futuro che si ritroveranno sulle AMG”.

"Con la Project One abbiamo preso il propulsore di Formula 1 e lo stiamo mettendo su strada. È naturale, quindi, sfruttare ancora di più la tecnologia della Formula 1 per portarla sulle AMG in futuro".

Se la Honda punta all’elettrificazione della sua gamma di vetture e sposta gli investimenti dedicati alla F1 su questo programma a partire dalla fine del prossimo anno, la Mercedes resta in F1 consapevole che la massima espressione dell’automobilismo sportivo manterrà accesa la sfida tecnologica come chiave del suo futuro.

La necessità di effettuare dei tagli negli organici non riguarda solo il team di Brackley per effetto dell’adozione del Budget cap a 145 milioni di dollari, ma coinvolge anche Mercedes High Performance Powertrains, vale a dire la sede gioiello di Brixworth dove nascono le power unit.

Mille tecnici non si giustificano più per sviluppare un motore di F1 che domina la scena dall’inizio dell’era ibrida nel 2014 e, quindi, anche per evitare che ci possa essere una fuga di cervelli verso altri Costruttori (Ferrari e Renault), il Gruppo Daimler intende coinvolgere i motoristi della F1 nella progettazione dei motori AMG per intensificare la ricaduta della ricerca nei GP sulle vetture più sportive della gamma.

Così come i giovani ingegneri di Stoccarda avranno modo di formarsi a Brixworth sulle tecnologie più innovative in modo da creare un circolo virtuoso che possa far entrare la Mercedes nel futuro prima di altri marchi.

La Vision EQXX è una chiara espressione di quanto andiamo dicendo: la Stella vuole realizzare una vettura elettrica capace di un’autonomia oggi incredibile e con una potenza degna di una GT. Nel progetto sono stati coinvolti molti tecnici della F1 che iniziano un nuovo ciclo della loro carriera.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   

condividi
commenti
Horner: "Nessun motorista nuovo, parleremo con Renault"
Articolo precedente

Horner: "Nessun motorista nuovo, parleremo con Renault"

Articolo successivo

Charles Leclerc digital ambassador di Sky WiFi

Charles Leclerc digital ambassador di Sky WiFi
Carica i commenti