Test Spa: Zanardi e la ROAL lavorano sui long run

Test Spa: Zanardi e la ROAL lavorano sui long run

L'obiettivo per i test collettivi della 24 Ore era quello di verificare la competitivà del pacchetto sul passo gara

Completando 95 giri del circuito di Spa-Francorchamps, pari a 660 km, Alessandro Zanardi e i suoi compagni d’avventura, il canadese Bruno Spengler e il tedesco Timo Glock, hanno compiuto un altro passo avanti nella preparazione per la 24 Ore di Spa di fine luglio.

Nella giornata di test sul tracciato belga, alla quale hanno preso parte 65 equipaggi, i tre piloti della BMW Z4 GT3 numero 9 del BMW Team ROAL Motorsport si sono concentrati, specie nella seconda sessione, alle prove cosiddette “long run”, cioè lunghe sequenze di giri impostate a passo di gara inframmezzate da soste con cambio pilota, simulando perciò le condizioni della corsa. In particolare, Zanardi, Spengler e Glock hanno effettuato, nel pomeriggio, un turno di un’ora di guida ciascuno.

Roberto Ravaglia, responsabile del Team ROAL Motorsport e tre volte vincitore, da pilota, della 24 Ore di Spa con le vetture Turismo della BMW, si dichiara soddisfatto dell’esito dei test in Belgio: "Il nostro obiettivo era verificare la competitività dell’intero “pacchetto” nella simulazione di gara, per questo abbiamo insistito con i “long run”. Il risultato è stato positivo, il nostro equipaggio si sta amalgamando molto bene anche con la squadra. Né Zanardi né Glock hanno mai disputato una corsa di 24 Ore, ma sono già entrati nel clima di una maratona lunga un giorno e una notte. Spengler ha invece affrontato, lo scorso gennaio, la 24 Ore di Daytona. Sono entusiasti".

Alessandro Zanardi: "Sono abbastanza soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto. Adesso posso guidare la BMW Z4 molto meglio rispetto all’anno scorso, e questo è fantastico. Il lavoro dei tecnici è eccellente, hanno sviluppato soluzioni che permettono a Timo e Bruno di saltare in macchina e guidare al meglio delle loro capacità nonostante i dispositivi che sono stati installati per me. Abbiamo fatto un grande passo in avanti con l'ergonomia, voglio dire con il sedile e la posizione di guida. Così abbiamo potuto concentrarci sul “set-up” della vettura. Sul giro secco pare che oggi ci siano piloti più veloci di noi, ma io, Timo e Bruno ci siamo concentrati sul percorrere più chilometri possibile e sui long-run, cioè sulla distanza".

Timo Glock: "Prima di oggi avevo guidato a Spa con la Formula 1, ma debbo dire che la BMW Z4 mi ha sorpreso per la velocità nella percorrenza delle curve, davvero stupefacente malgrado il peso! Sono contento che siamo stati in grado di fare un altro passo in avanti per quanto riguarda la lunga competizione, sia in termini di sviluppo e messa a punto della vettura sia come una squadra nel suo insieme. Credo che siamo ben preparati. Non vedo l'ora di tornare in luglio per la grande competizione".

Bruno Spengler: "Non guidavo a Spa da una decina d’anni, l’ultima volta l’ho fatto con una vettura del DTM. Ho quindi dovuto imparare nuovamente il tracciato. La BMW Z4 GT3 è molto divertente da guidare su questa pista, soprattutto andando “flat-out” alla Eau Rouge e a Blanchimont. C'è grande attesa per la maratona belga. Io provo un grande rispetto per questo evento prestigioso e, in particolare, per tutti i piloti che vi prendono parte. Oltre sessanta vetture della stessa categoria tecnica è stupefacente. Spa è una partita in cui tutto può succedere. Tuttavia, io e miei compagni di Alex e Timo siamo ben attrezzati per affrontare questa sfida veramente eccitante".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati BES
Piloti Alex Zanardi , Bruno Spengler , Timo Glock
Articolo di tipo Ultime notizie