Grande attenzione per il progetto KISSMugello

Grande attenzione per il progetto KISSMugello

L'autodromo toscano si conferma all’avanguardia anche nella sostenibilità ambientale

L’Autodromo Internazionale del Mugello si conferma all’avanguardia anche in materia d’impatto ambientale. L’impianto Ferrari sarà il primo circuito ad ospitare “KISSMUGELLO”, un acronimo per Keep It Shiny and Sustainable (mantienilo brillante e sostenibile) seguito dal nome del circuito, una grande campagna per promuovere la raccolta differenziata negli impianti sportivi, con l’autodromo capofila di un format destinato a diventare un punto di riferimento a livello internazionale. Durante il fine settimana del Gran Premio d’Italia oltre 5.000 KissMugello Kit, contenenti 3 sacchetti per la raccolta (organico, vetro-plastica, indifferenziato), verranno distribuiti agli ingressi del circuito. Tutti gli spettatori nell’area pubblico così come i team e gli ospiti nel paddock sono invitati a contribuire attivamente a lasciare l’impianto toscano pulito e ad essere a loro volta promotori di azioni sostenibili al loro ritorno a casa. Dopo il riscontro positivo dell’iniziativa intrapresa lo scorso anno dal circuito Ferrari per un Mugello sempre più sostenibile, il programma KISSMugello è diventato un format condiviso e promosso da tutti i protagonisti del Motomondiale a partire dalla Federazione Motociclistica Internazionale, la Dorna, l’IRTA, la Yamaha Motor Racing e i piloti della MotoGp Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Marc Marquez e Randy De Puniet, ambasciatori d’eccezione di questa importante campagna. Saranno gli stessi piloti a scegliere i video KISSMugello che tutti gli spettatori e i fans da casa sono chiamati a realizzare nel fine settimana a testimonianza di un gesto “green” e a postare sulla pagina facebook dedicata www.facebook.com/kissmugello. I 10 migliori video che contribuiranno a diffondere un messaggio ecosostenibile si aggiudicheranno i pass per il Gran Premio d’Italia 2014. "Come Autodromo Internazionale del Mugello siamo orgogliosi di essere il primo circuito ad ospitare KISSMugello, un’iniziativa destinata a ripetersi in tanti altri impianti sportivi. Da sempre abbiamo adottato misure per migliorare la gestione dei rifiuti. Aver conseguito la certificazione ISO 14001 e la registrazione europea EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) dimostra quanto l’Autodromo del Mugello faccia della sostenibilità ambientale uno dei propri obiettivi ha detto l’Amministratore Delegato Paolo Poli. "Lo scorso anno abbiamo iniziato una campagna di sensibilizzazione per la raccolta differenziata con un riscontro molto positivo. Siamo certi che quest’anno sarà un grande successo grazie alla sinergia di tutti i protagonisti del nostro sport. Il circuito Ferrari, da questo punto di vista, ha fatto da tempo la sua scelta di uno sviluppo sostenibile. Fra le soluzioni ‘verdi‘ adottate dall’impianto toscano ricordiamo come sulla nuova tribuna (4.500 posti) è stato montato un impianto fotovoltaico con tecnologia a film sottile capace di produrre 260.000 kw pari al 25% della necessità totale del circuito, evitando così l’emissione di 211 tonnellate di CO2 all’anno. Inoltre la pavimentazione è stata rivestita di uno speciale materiale ceramico trattato al biossido di titanio che, grazie ad un processo fotocatalitico, permette l’abbattimento degli agenti inquinanti nell’aria. Cogliamo l’occasione del Gran Premio d’Italia per rinnovare l’invito a fare un gesto concreto a favore di un Mugello e di un mondo sempre più sostenibile. Chiamati a regalare emozioni in pista e non solo, speriamo che anche KISSMugello possa restare nel cuore di tutti gli appassionati che affolleranno prato e tribune in questo fine settimana di grande spettacolo dello sport".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie