Misano apre ai piloti per gli allenamenti e c'è anche la VR46

Il Misano World Circuit Marco Simoncelli apre le porte giovedì 14 maggio per una sessione di allenamento con una quarantina di piloti di interesse nazionale e residenti in Emilia Romagna, che proveranno il nuovo asfalto posato prima del lockdown.

Misano apre ai piloti per gli allenamenti e c'è anche la VR46

La fase 2 dell’emergenza Coronavirus ha portato ad un allentamento delle restrizioni imposte dal Governo e, a partire dal 4 maggio, sono state concesse le attività sportive per gli atleti professionisti. Il Misano World Circuit non ha esitato e ha organizzato per giovedì 14 maggio una sessione di allenamenti per i piloti residenti in Emilia Romagna e di interesse nazionale.

I quaranta piloti della Riders’ Land, all’arrivo sulla pista di Misano, troveranno una sorpresa: poco prima del lockdown infatti era stato posato il nuovo asfalto e, per la prima volta, verrà provato proprio giovedì con la ripresa degli allenamenti e delle attività in pista. La giornata di allenamento è stata concordata con la FMI e, per gli italiani, sarà il secondo evento di rilievo dopo il ritorno al Ranch di Valentino Rossi, che la settimana scorsa si è allenato con Luca Marini e Franco Morbidelli. Proprio sul Dottore si hanno molti dubbi, le restrizioni del DPCM non permettono ancora gli spostamenti tra regioni e sarebbe dunque difficile recarsi in circuito. Comunque la VR46 sarà presente per la giornata in pista. 

Leggi anche:

I piloti scenderanno in pista nel primo pomeriggio di giovedì e ricominceranno a prendere confidenza con le moto, dopo due mesi di stop forzato. si tratterà non solo di un allenamento, ma anche di un evento simbolico, che segna la ripartenza della quotidianità, seppur con le adeguate misure di sicurezza. L’entusiasmo è palpabile sia da parte dei piloti sia da parte della FMI e della Santa Monica SpA. L’attività in pista di giovedì sarà anche un piccolo assaggio di quella che sarà la ripartenza del Mondiale e del CIV, che potrà così prendere inizio.

Giovanni Copioli, Presidente della FMI, afferma: “Dopo questo lungo periodo di responsabile stop delle attività, ci prepariamo ad un primo, importante test riservato, come da disposizioni governative, ai soli piloti di interesse nazionale residenti in Emilia Romagna. Con il World Misano Circuit c’è una consolidata collaborazione ed una visione pienamente condivisa dello sviluppo del motociclismo e dei giovani piloti. Non a caso è il Centro Tecnico Federale con tutta una serie di attività congiunte con la Direzione dell’Autodromo e con i più importanti team italiani”.

“In questa fase di convivenza con il Covid-19, abbiamo messo a punto procedure e modalità per la tutela assoluta della salute di piloti, addetti e personale di servizio. Ringraziando il Direttore dell’ Autodromo, Andrea Albani, guardo con fiducia a questo primo test che sarà fondamentale per la ripresa delle nostre attività sportive, ad iniziare dal Campionato Italiano di Velocità”.

Luca Colaiacovo, Presidente della Santa Monica SpA, dichiara: “C’è voglia di ripartire, ma sappiamo anche che tutto va ricondotto alle cautele delle regole perché non sono permessi passi falsi. Sarà anche un test organizzativo, di verifica delle situazioni che si creano all’interno dell’impianto”.

condividi
commenti
MotoGP, Crutchlow: “La mia carriera non è finita, corro nel 2021"
Articolo precedente

MotoGP, Crutchlow: “La mia carriera non è finita, corro nel 2021"

Articolo successivo

MotoGP, Agostini risponde a Lorenzo: “La verità fa male”

MotoGP, Agostini risponde a Lorenzo: “La verità fa male”
Carica i commenti