Internazionali d'Italia: la Sicilia aspetta il "suo" Antonio Cairoli

La seconda tappa stagionale vedrà il campione del mondo arrivare nella sua terra, a Noto. Dopo la grande vittoria nella prima uscita, il pilota della KTM si presenta ancora con i galloni di favorito.

Internazionali d'Italia: la Sicilia aspetta il "suo" Antonio Cairoli

Dopo la prova di apertura sull’isola sarda, gli Internazionali d’Italia 2018 si spostano in un’altra isola: La Sicilia. Sarà una gara dalle grandi attese per il pubblico siciliano che aspetta con impazienza di vedere all’opera il loro idolo che di nome fa Antonio Cairoli e che è nato proprio in Sicilia, a Patti.

Il tracciato, che si trova all’interno del Cross Park “Gino Meli”, è stato totalmente rivisto per renderlo più spettacolare ed è anche stata realizzata sia una grande tribuna naturale, sia una tribuna nei pressi della Pit-Lane per chi vuole assistere alle manche da una posizione privilegiata.

Purtroppo, rispetto alla gara precedente, la lista dei partenti si è assottigliata per via di altre gare internazionali in calendario in vari punti d’Europa. Anche se il montepremi finale di 120.000 euro è molto appetibile, ci sono manifestazioni alle quali Team e piloti non possono dire di no. Ecco quindi che la gara di Hawkstone Park si porta via piloti come Max Anstie e Gautier Paulin del Team Ufficiale Husqvanra Ice One ed anche Jeffrey Harlings e Glen Coldhenoff di Red Bull KTM. Mancheranno anche Jordi Tixier – Arminas Jasikonis e tanti altri.

Defezioni anche per quel che riguarda la MX2 con in testa il Campione del Mondo MX2 Pauls Jonass.
Nonostante tutto riteniamo che ci sarà spettacolo con Antonio Cairoli da protagonista e con il duo Yamaha Factory Romain Febvre e Jeremy Van Horebeek pronti a contrastarlo.

Nella MX1 Alessandro Lupino, senza la sfortuna che lo ha preso di mira a Riola, è chiamato e ripetersi insieme ad altri italiani che, soprattutto nella MX2, possono essere in lotta per la vittoria finale.

INTERNAZIONALI D’ITALIA – CLASSIFICA DOPO LA PRIMA PROVA

1° Antonio Cairoli MX1 – 120 punti; 2° Max Anstie MX1 – 100; 3° Romain Febvre MX1 – 80; 4° Jeremy V. Horebeek MX1 – 65; 5° Gautier Paulin MX1 – 60; 6° Pauls Jonass MX2 – 55; 7° Tanel Leok MX1 – 50; 8° Jordi Tixier MX1 – 45; 9° Glen Coldenhoff MX1 – 40; 10° Bas Vaessen MX2 – 36.

GLI ITALIANI

15° Samulele Bernardini MX2 – 26 punti; 18° Alberto Forato MX1 – 23; 19° Michele Cervellin MX2 – 22;
21° Giuseppe Tropepe MX2 – 20; 23° Ivo Monticelli MX1 – 18; 24° Alessandro Lupino MX1 – 17; 25° Davide Cislaghi MX2 – 16.

condividi
commenti
Tony Cairoli domina la prima della Internazionali d'Italia in Sardegna

Articolo precedente

Tony Cairoli domina la prima della Internazionali d'Italia in Sardegna

Articolo successivo

Internazionali d'Italia: Antonio Cairoli re anche nella sua Sicilia

Internazionali d'Italia: Antonio Cairoli re anche nella sua Sicilia
Carica i commenti