Il team F.C.C. TSR Honda trionfa alla 8 Ore di Suzuka

Nonostante una scivolata, l'equipaggio Akiyoshi/Itoh/Kiyonari ha fatto il record sulla distanza

Il team F.C.C. TSR Honda trionfa alla 8 Ore di Suzuka
Lo scorso week-end si è corsa la 8 Ore di Suzuka, terzo appuntamento dell’Endurance World Championship 2011, dopo le gare del Bol d’Or in Francia e la 8 ore di Albacete in Spagna. Questa di Suzuka è sicuramente una delle competizioni di durata più importanti e storiche delle gare d’Endurance (34° edizione quella appena svoltasi N.d.R.). Iniziamo con il dire che questo fine settimana è stato battuto il record sulla distanza: sono stati percorsi, infatti, 217 giri contro i 212 del 2002. La vittoria è andata al team F.C.C. TSR Honda, con Kousuke Akiyoshi, Shinichi Itoh e Ryuichi Kiyonari, ma le altre due squadre sono giunte al traguardo entro solo 50 secondi di distacco! Al secondo posto ha chiuso il team Yoshimura Suzuki (Kagayama/Waters/Aoki), ed in terza posizione ha concluso il team MuSASHi RT HARC-PRO Honda (Takahashi/Tamada/Okada). Tutti nomi famosi del motociclismo, per una gara che si è rivelata, come da copione, particolarmente impegnativa per i team. A scattare in testa, il poleman Ryuichi Kiyonari, che però al 50° minuto è scivolato, senza fortunatamente perdere posizioni. Il team F.C.C. TSR Honda, ha invece perso diverso tempo ai box, 30 secondi in totale per i due pit-stop, tempo che ha consentito ai due team inseguitori di recuperare e sorpassare la CBR1000RR. Ma Kiyonari si è “messo in carena”, e ha recuperato 11” e Akiyoshi ne ha ripresi 19 (2’08”634 il suo tempo migliore). Il team vincitore è poi passato nuovamente al comando alla quinta ora. Il team F.C.C. TSR Honda va così, finalmente, a conquistare una vittoria che troppe volte è sfuggita, a causa di errori dei propri piloti. L’anno scorso, infatti, le due cadute di Kousuke Akiyoshi e Jonathan Rea, misero nei guai il team. Un podio tutto giapponese dunque, dove solo l’australiano Josh Water risulta come “intruso”. In quarta posizione ha chiuso il BMW Motorrad France 99, al suo esordio nel circuito giapponese con i piloti Sebastien Gimbert, Erwan Nigon e Damian Cudlin, con Gimbert, autore di una banale scivolata. Grazie a questo risultato, ora il team francese passa in prima posizione in campionato. Al quinto posto, troviamo invece una Kawasaki, quella del team EVA Test Type-01 Trick Star, con i piloti Osamu Deguchi, Tamaki Serizawa e Shinya Takeishi. Solo settimo lo Yamaha Racing France GMT94, ma con gli esperti giapponesi, c’è stato poco da fare. Le prossime date, saranno il 24 e 25 settembre, per la 24 ore di Le Mans, in Francia, e l’ultima gara si terrà in Qatar il 12 novembre (8 ore di Doha). FIM ENDURANCE, Suzuka, 31/07/2011 Classifica finale 8 Ore di Suzuka 1. F.C.C. TSR Honda – Akiyoshi/Itoh/Kiyonari – 217 giri 2. Yoshimura Suzuki Racing Team – Kagayama/Waters/Aoki – 217 giri 3. MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Takahashi/Tamada/Okada – 217 giri 4. BMW Motorrad France 99 – Gimbert/Nigon/Cudlin – a 5 giri 5. EVA Test Type-01 Trick Star – Deguchi/Serizawa/Takeishi – a 6 giri 6. Crown Keibihosyou Racing – Hamaguchi/Kitaguchi – a 7 giri 7. Yamaha Racing France GMT94 – Checa/Foray/Lagrive – a 7 giri 8. Teleru HoneyBee Racing – Noda/Sekiguchi/Iwata – a 7 giri 9. Suzuki Endurance Racing Team – Philippe/Delhalle/Sakai – a 9 giri 10. Toho Racing Hiroshima Desmo – Yamaguchi/Kunikawa/Eguchi – a 11 giri 11. Honda Escargot & PGR & Sayama – Kuboyama/Nakatsuhara – a 12 giri 12. Ridez & Panolin – Sato/Igarashi/Shimuzu – a 12 giri 13. Honda Suzuka Racing Team – Yasuda/Tokudome – a 12 giri 14. Team Shinsuke – Nakaki/Tsuda/Suzuki – a 13 giri 15. Team Tras – Takada/Teramoto/Katahira – a 13 giri 16. Honda Ryokuyokai Kunamoto – Yoshida/Iida/Kitaori – a 13 giri 17. Team Sugai Racing Japan – Sugai/Ogata – a 14 giri 18. Suzuka Community Racing Team – Shimoji/Matsui – a 14 giri 19. Honda QCT Meiwa Racing – Ando/Yamanaka – a 14 giri 20. GreenTec Toukai Yamasina – Mizusawa/Yamasaki/Noda – a 14 giri
condividi
commenti
Il team SERT conquista il 75esimo Bol d'Or

Articolo precedente

Il team SERT conquista il 75esimo Bol d'Or

Articolo successivo

BMW in pole position alla 24 Ore di Le Mans

BMW in pole position alla 24 Ore di Le Mans
Carica i commenti