Brutto incidente di Rosenqvist a causa dell'acceleratore bloccato

Il pilota del team Arrow McLaren SP è finito contro le barriere di Curva 6 a Detroit a causa dell'acceleratore rimasto bloccato. L'impatto è stato tremendo, ma il pilota è sempre rimasto cosciente. Le analisi non hanno rivelato lesioni che possano indurlo in pericolo di vita.

Brutto incidente di Rosenqvist a causa dell'acceleratore bloccato

Tutto è bene quel che finisce bene, verrebbe da dire. Nel corso del sesto dei 24 giri previsti al Detroit Grand Prix, appuntamento della serie IndyCar 2021, il pilota del team Arrow McLaren SP-Chevrolet è stato protagonista di un terribile incidente che ha lasciato tutti con il fiato sospeso per diversi minuti.

L'incidente è avvenuto alla Curva 6, con il pilota svedese che è finito violentemente contro le barriere probabilmente a causa dell'acceleratore rimasto bloccato con farfalla aperta. Rosenqvist è finito contro le protezioni in gomma, ma ha anche spostato addirittura quelle in cemento. Questo certifica la violenza dell'impatto del pilota del team McLaren.

Rosenqvist ha fatto di tutto per cercare di rendere meno violento l'impatto, ma senza troppo successo. Ha provato a sterzare a destra (la Curva 6 è destrorsa) ma la velocità della sua monoposto non ha impresso cambiamenti di traiettoria significativi.

Dopo l'incidente Rosenqvist è riuscito a togliere il casco senza l'aiuto di nessuno. Fortunatamente è sempre stato cosciente e in grado di comunicare con i soccorritori. Questi lo hanno estratto dall'abitacolo della sua monoposto e lo hanno portato al Centro Medico.

Proprio nel punto di primo soccorso dell'autodromo di Detroit sono state fatte le prime valutazioni riguardo lo stato di salute di Felix, il quale è stato poi trasportato all'ospedale della città, dove ha sede un centro avanzato specializzato in traumatologia e neurologia.

Le prime analisi fatte, ha fatto sapere il direttore medico della IndyCar, Geoffrey Billows, non hanno rivelato lesioni pericolose per la vita del pilota, né per gli arti. "Il pilota è sempre rimasto sveglio e vigile", ha confermato.

Rosenqvist è rimasto in osservazione durante la notte e stamattina avverrà la dimissione dall'ospedale. Lo stesso Rosenqvist ha poi scritto delle proprie condizioni via Twitter: "Sto bene, a parte un sacco di dolori! Grazie a tutti per i messaggi ricevuti e al personale medico della IndyCar, per essersi preso cura di me".

"Peccato davvero, fino all'incidente avevamo fatto una gran bella gara. Congratulazioni a Marcus Ericsson, che ha ottenuto la prima vittoria in IndyCar. Sono molto contento per te, amico!".

Il team Arrow McLaren SP ha aggiunto: "Le prime analisi svolte all'ospedale di Detroit non hanno rivelato lesioni pericolose per la vita del pilota, né per gli arti. Felix è sveglio e vigile e sarà tenuto in osservazione durante la notte, per poi essere successivamente dimesso".

Per la cronaca, Marcus Ericsson ha conquistato a Detroit la prima vittoria della carriera in IndyCar, approfittando di un guasto verificatosi sulla monoposto di Will Power, sino a quel momento leader della corsa. A frenare Power è stato un problema alla centralina, che ha impedito alla sua vettura di ripartire dall'ultimo pit.

Marcus Ericsson è così tornato alla vittoria dopo 8 anni. Il suo ultimo successo risaliva al 2013, quando era impegnato in GP2 e vinse al Nurburgring.

condividi
commenti
Ceccarelli: "Castroneves pilota Toyota mancato in F1"
Articolo precedente

Ceccarelli: "Castroneves pilota Toyota mancato in F1"

Articolo successivo

IndyCar: O'Ward conquista il successo in Gara 2 a Detroit

IndyCar: O'Ward conquista il successo in Gara 2 a Detroit
Carica i commenti