Si apre a Vallelunga il 17° Supercorso Federale ACI Sport

Sulla pista di Campagnano ha preso il via il corso-premio di fine stagione con la cerimonia d'apertura. Da sabato 19 a martedì 22 dicembre saranno quattro giorni tra test individuali ed in pista per gli otto allievi selezionati dalla Scuola Federale. Il Trofeo Cristiano del Balzo è la novità per rendere merito al giovane pilota più "appassionato”.

Si apre a Vallelunga il 17° Supercorso Federale ACI Sport

La Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto” ha dato inizio alla 17^ edizione del Supercorso Federale ACI Sport – Velocità, la sua attività più rappresentativa, con la cerimonia d’apertura all’Autodromo Vallelunga.

Gli otto giovani partecipanti al corso-premio organizzato dall’Accademia dell’Automobilismo per conto dell’Automobile Club d’Italia sono una selezione dei migliori piloti, tutti Under 17, provenienti dalle serie italiane ed internazionali. Allievi e staff si sono ritrovati al circuito romano per un primo saluto in vista dei quattro intensi giorni di attività.

Poche celebrazioni, considerato il periodo, ma spazio subito ad un primo briefing seguito dalla rituale consegna del materiale didattico e dell’abbigliamento, tute tricolore comprese. L’indomani si parte con la teoria e le valutazioni psico-fisiche, sviluppate da Formula Medicine, prima di accendere i motori.

“L’obiettivo è sempre lo stesso – spiega Raffaele Giammaria, Direttore della Scuola Federale ACI Sport - dare un’opportunità a questi giovani talenti di crescere ed emergere, offrire loro consigli ed insegnamenti che possano dargli una mano ad essere piloti migliori. Il Supercorso Federale è proprio questo, da sempre. Un’attività della Federazione rivolta al futuro dell’automobilismo".

"Quest’anno, pensando alla situazione che stiamo vivendo, può assumere un significato ancora più simbolico. Dal 19 al 22 dicembre saranno quattro giornate intense dato che, grazie alla collaborazione ed al sostegno fondamentale dei nostri partner di assoluto livello, potremo mettere alla prova i partecipanti sulle vetture top nelle diverse categorie”.

Sin dalla sua prima edizione nel novembre 2004 il Supercorso infatti è rimasto coerente, ha cambiato forma ma non sostanza. Da Massimo Torre ed Umberto Scandola, vincitori della prima edizione, allo stesso Garbiele Minì che lo scorso anno si prese la soddisfazione del successo prima di dare il la alla sua stagione da copertina.

In mezzo tanti altri ragazzi diventati piloti, con più o meno successo, passando dai velocisti Antonio Fuoco, Eddie Cheever oggi Istruttore Federale ed Antonio Giovinazzi, ai rallisti Andrea Nucita, Fabio Andolfi o Andrea Mazzocchi, solo per citarne alcuni. Cambiano vetture e piloti ma l’obiettivo rimane quello di alimentare il “Progetto Giovani” della Federazione Automobilistica e concentrare l’attenzione sul vivaio tricolore.

Per la diciassettesima edizione la Scuola ci proverà attraverso un programma stimolante, che metterà alla prova i piloti. Allievi che potranno magari guadagnarsi la possibilità di un supporto da parte della Federazione in vista della prossima stagione attraverso il progetto ACI Team Italia, ovvero la Nazionale dell'automobilismo.

Tutti questi presupposti si riassumono nel Trofeo Cristiano del Balzo, una delle novità di quest’anno. Un riconoscimento, un tempo assegnato all’interno delle Premiazioni dei Campioni ACI, che da questa edizione rappresenterà il “premio della critica” all’interno del Supercorso Federale ACI Sport.

Porterà proprio il nome di “Gero” Cristiano del Balzo che ricoprì con successo il ruolo di Direttore dalla nascita della Scuola Federale fino al 2012. È rimasto poi sempre presente nel contesto come istruttore fino alla sua scomparsa nel novembre del 2017. A consegnarlo sarà la moglie Giovanna Simmons del Balzo al pilota che, al di là della vittoria, avrà impressionato positivamente per attitudine, impegno e voglia. Un simbolo di passione per lo sport a quattro ruote.

GLI ALLIEVI DEL 17° SUPERCORSO FEDERALE

KARTING: Paolo Ferrari, Lorenzo Patrese, Enzo Trulli, Charlie Wurz

AUTO: Leonardo Fornaroli, Gabriele Minì, Francesco Pizzi, Andrea Rosso

condividi
commenti
Podcast, Ghini: Le Mans vetrina ideale per i grandi costruttori

Articolo precedente

Podcast, Ghini: Le Mans vetrina ideale per i grandi costruttori

Articolo successivo

Più donne presenti nel Consiglio Mondiale e Senato FIA

Più donne presenti nel Consiglio Mondiale e Senato FIA
Carica i commenti